Premio Rete Critica 2016 al Teatro Verdi di Padova

Il 13 e 14 dicembre

Il Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale accoglie a Padova il 13 e 14 dicembre 2016 al Teatro Verdi (Ridotto e Foyer) e nel ritrovato spazio del Cinema Excelsior la fase finale del Premio Rete Critica. Saranno assegnati i premi per i migliori spettacolo/compagnia, progetto di comunicazione e progetto organizzativo. La manifestazione propone una rassegna di spettacoli prodotti dalle realtà più innovative e promettenti della scena italiana, selezionate dai critici della Rete, e apre uno spazio di riflessione su ‘La funzione pubblica del Teatro’.

La rassegna ha in programma il 13 alle 18 al Ridotto del Verdi Giuliano Scarpinato- Fa’ afafine in ‘Mi chiamo Alex e sono un dinosauro’ e alle 21 al Cinema Excelsior Anagoor in ‘L’italiano è un ladro.Una transizione imperfetta’. Mercoledì 14 dicembre, invece, alle 18 al Ridotto del Verdi Piccola Compagnia Dammacco in ‘Esilio’ Ridotto del Teatro Verdi ore 21 Oscar De Summa Stasera sono in vena (Trilogia della provincia).Nel Foyer del Teatro Verdi, poi, al mattino e al pomeriggio del 13 si incontreranno i diversi attori della prosa italiana: artisti, critici, operatori culturali e spettatori.

Per il pubblico ci sarà l’opportunità di confrontarsi con artisti, critici e operatori per conoscere e comprendere meglio il teatro di oggi. Per la prima volta nella storia dal Premio sarà possibile assistere dal vivo al lavoro delle compagnie finaliste con uno spettacolo rappresentativo del loro percorso artistico. Rete Critica riunisce i siti e i blog di informazione e di critica teatrale.

Dal 2011 la Rete assegna annualmente l’omonimo Premio, un riconoscimento che è anche un osservatorio privilegiato delle nuove realtà teatrali nazionali, che si segnalano per originalità e qualità artistica, grazie allo sguardo attento dei più attivi critici teatrali italiani. Per l’edizione 2016 i rappresentanti di 29 testate hanno individuato quattro finalisti per la categoria Migliore compagnia/spettacolo: Giuliano Scarpinato con Fa’afafine; la compagnia Anagoor con Socrate. Il sopravvissuto (sostituito per motivi tecnici da L’Italiano è ladro); Piccola Compagnia Dammacco con Esilio; Oscar De Summa con Trilogia della provincia (rappresentata da Stasera sono in vena).

In chiusura della manifestazione oltre a premiare la compagnia vincitrice fra le quattro indicate, verranno assegnati anche i riconoscimenti per le altre due categorie che dall’edizione 2014 arricchiscono il Premio Rete Critica. Per il migliore progetto di comunicazione sono in lizza i seguenti candidati:1. Short Theatre – Roma;2. La tournée da bar – Davide Palla;3. Terreni Creativi – Kronoteatro/Abenga. Per il miglior progetto organizzativo – Premio Sandra Angelini la scelta cadrà fra Santa Estasi – Antonio Latella per ERT, Efestoval – Festival dei Vulcani a cura di Mimmo Borrelli, Zona K – Milano e Carrozzerie n.o.t. – Roma.