Ang Lee, nuovo film gay ambientato a Woodstock

Il regista sino-americano si confronterà ancora con il tema dell'omosessualità e con il celebre concerto del '69

Dopo il successo de I segreti di Brokeback Mountain, Leone d’Oro a Venezia 2005, Ang Lee torna a dirigere una pellicola che tratta il tema dell’omosessualità, unendola ad uno dei momenti storici del ventesimo secolo, il concerto di Woodstock del 1969. Taking Woodstock, questo il nome del film, sarà tratto da un libro autobiografico di Elliot Tiber e Tom Monte dal titolo Taking Woodstock: Una storia vera di una rivolta, un concerto e una vita e verrà adattata per il grande schermo da James Schamus, che già ha lavorato con Ang per Lussuria (Leone d’Oro Venezia 2007) e lo stesso Brokeback Mountain, nonché per il debutto taiwanese del regista, Il banchetto di nozze.

Il protagonista sarà un designer di interni del greenwich Village, New York, e la pellicola sarà uno dei pochi film non-documentario che racconterà il famoso concerto (fra essi, da ricordare A Walk on the Moon di Tony Goldwyn.

Foto a cura di Romina Greggio Copyright © NonSoloCinema.com – Romina Greggio