Anticipazioni dal 26° Torino Film Festival

Da Polanski a Oliver Stone

[Roman Polanski->mot1971] sabato 22 novembre sarà protagonista di un incontro con Nanni Moretti al Festival di Torino. Assieme a Polanski, a Torino ci saranno la moglie (e attrice di alcuni di suoi film) [Emmanuelle Seigner->mot1601], Jerzy Skolimowski, l’attrice Sydne Rome e il direttore della fotografia Marcello Gatti che hanno lavorato con lui in Che? (girato in Italia negli anni ’70, nella villa amalfitana di Carlo Ponti). Inoltre verrà presentato in anteprima italiana il documentario Roman Polanski: Wanted and Desired (Usa/Uk 2008, 99′) della regista americana Marina Zenovich, ricostruzione della vicenda giudiziaria in cui venne coinvolto il regista negli Stati Uniti.

Altri ospiti confermati del festival: [Oliver Stone->mot856], [Peter Del Monte->mot4943], Giuseppe Bertolucci, [Marco Tullio Giordana->mot1475], Salvatore Piscicelli, Claudio Caligari, [Paolo Virzì->mot769], Tonino De Bernardi, Luciano Emmer, Zeudi Araya, Kohei Oguri, Koji Wakamatsu, Bill Forsyth, [Michael Radford->mot520], Pat O’Connor, Michael Palin.

Prime anticipazioni anche per i titoli selezionati fuori concorso: [24 City->10546] di Jia Zhangke, [The Edge of Love->+-The-Edge-of-Love-+.html?id_secteur=2] di John Maybury, Filth and Wisdom di Madonna, [Katyn->7888] di Andrzej Wajda, Wendy and Lucy di Kelly Reichardt.

La sezione “Lo stato delle cose” proporrà, fra l’altro, in anteprima europea, Di madre in figlia di Andrea Zambelli: documentario su un gruppo musicale composto da ex mondine prodotto da [Davide Ferrario->mot1409]. La proiezione del film sarà seguita dall’esibizione del “Coro delle mondine di Novi”. Ne “La zona” ci sarà un nuovo lavoro di Tonino De Bernardi, Pane / Piazza delle Camelie, che tra la Toscana e la periferia romana di Centocelle fa riecheggiare Dumas e Rilke, Mozart e Aznavour. Di [Raoul Ruiz->mot2171] viene proposto, in anteprima italiana, il gotico balzachiano Nucingen Haus); di Luciano Emmer la Trilogia: il Sapere, lo Sguardo, la Parola

“L’amore degli inizi”, che propone i film d’esordio di autori del cinema italiano, ospiterà quest’anno Giuseppe Bertolucci (Berlinguer ti voglio bene), Claudio Caligari (Amore tossico), Peter Del Monte (Irene, Irene), Marco Tullio Giordana (Maledetti vi amerò), Salvatore Piscicelli (Immacolata e Concetta, l’altra gelosia) e Paolo Virzì (La bella vita).

Eventi speciali saranno le versioni restaurate di La classe operaia va in Paradiso (1971) di Elio Petri e Diario di un maestro (1973) di Vittorio De Seta; e il documentario dedicato da Massimo Spano a uno dei più importanti produttori del cinema italiano, dal titolo Franco Cristaldi e il suo cinema Paradiso alla presenza di Zeudi Araya.