“BODY AGAINST BODY”

La lotta contro il tempo di Bill T. Jones

La compagnia di danza americana diretta dall’istrionico Bill T. Jones ha inaugurato, martedì 9 ottobre, la Stagione di Danza 2012-2013 al Teatro Comunale di Ferrara.

Una serata all’insegna della danza pura, senza fronzoli e abbellimenti. Solo corpi atletici che si muovono armoniosamente sulla scena. Non ci sono metafore o significati reconditi da scoprire o interpretare: “la danza arriva indistintamente a tutti, ti colpisce senza che necessariamente voglia comunicare un messaggio”.

Sono queste le parole di Bill T. Jones che, dopo lo spettacolo, ha incontrato il pubblico del Teatro Comunale di Ferrara, insieme a Janet Wong (direttore artistico associato della compagnia) e Elena Cervellati (docente di Storia della Danza – Università di Bologna) che ha coordinato l’incontro.

A trent’anni di distanza dalla sua fondazione, la Bill T. Jones | Arnie Zane Dance Company riporta in scena tre capolavori della danza postmoderna americana, creati dagli stessi fondatori a cavallo fra gli anni ’70 e ’80. Lo spettacolo Body Against Body è davvero un tuffo nel passato, in quella danza troppo spesso dimenticata ma fondamentale per il rinnovo della scena coreografica della danza moderna americana.

Il trittico presentato, Duet X 2, Continous Replay e Blauvelt Mountain (A Fiction), vuole essere un omaggio ad Arnie Zane, co-fondatore della compagnia prematuramente scomparso nel 1988, e allo stesso tempo un’occasione per dare nuova vita e riportare in scena gli esordi coreografici dell’acclamato ensemble e del direttore artistico, divenuto negli anni un’icona della coreografia mondiale.

Lo spettacolo si apre con Duet X 2, coreografia del 1982 di Bill T. Jones da lui stesso rimontata nel 2003. Un passo a due che mette in risalto le qualità atletiche e la tecnica rigorosa dei danzatori, costretti a muoversi dentro un rettangolo segnato sul palcoscenico, disegnando, con i loro corpi e gli spostamenti nello spazio, geometrie che vanno ripetendosi via via più veloci. L’uso della musica è totalmente marginale in questo pezzo, che gioca sulle voci e i respiri degli interpreti in scena (un altro elemento che ha caratterizzato lo stile di Jones).
Si prosegue con Continuous Replay, un’omaggio all’arte della fotografia, originariamente creato nel 1977 da Arnie Zane come assolo intitolato Hand Dance. Nella versione “restaurata” presentata a Ferrara, tutti gli interpreti entrano in scena nudi e si vestono progressivamente come si veste la scena dei movimenti che mano mano si accumulano l’un sull’altro, scanditi dal capofila “uomo orologio”: un grande lavoro estetico e di precisione che vede i danzatori sempre di profilo che si muovono all’unisono, tagliati dalla luce; un lavoro di gruppo basato sull’idea di accumulo nello spazio e nel tempo, di quarantacinque movimenti.
E chiude la serata Blauvelt Mountain (A Fiction), uno dei primi passi a due che Bill T. Jones e Arnie Zane hanno creato assieme nel 1980. Ripreso da Jones nel 2002, questa coreografia si fonda sulle differenze fra le diverse corporature e caratteristiche fisiche dei danzatori: sequenze casuali, giochi umoristici e di parole sono affidati a impeccabili sequenze coreografiche per suggerire l’impegno mentale ed emotivo, la profonda conoscenza e l’intimità necessari al successo di una coppia.

Il prossimo appuntamento con la stagione di danza 2012-2013 al Teatro Comunale di Ferrarra è previsto per martedì 23 ottobre con la compagnia Abou La Graa – Cie La Baraka | Ballet Contemporain d’Alger in scena con “Univers…l’Afrique”.

BILL T. JONES | ARNIE ZANE DANCE COMPANY
“BODY AGAINST BODY”
Coreografie di Bill T. Jones e Arnie Zane
Direttore artistico: Bill T. Jones
Direttore Artistico Associato: Janet Wong
www.teatrocomunaleferrara.it