“Ballata della città dolente”

Omaggio al Blues Metropolitano

“Che estate magnifica!” … una frase gettata nell’afa di una sera d’agosto tra i tavoli di un bar all’aperto in una città del nord-est ottimista, dopo lo scatto di una foto fatta con il cellulare”.

“Che estate magnifica!”. A questa frase affidiamo il destino di questo show: una band fa saltare una data, uno spettacolo da sostituire, molte sigarette spente per terra, qualche caffè all’una di notte, due musicisti, due attori, un’idea … forse!
Un Blues metropolitano per cantare la “Ballata della città dolente” … un indovino cieco, cronache mondane, il padre, la madre, il figlio,telefonate inattese, la città, il killer, il teschio: delle voci, dei personaggi che per due volte entrano in scena a dire il dolore di una realtà ingombrante come la storia, desolante come la moda, feroce come l’assenza di futuro.
Ci affidiamo al verso di Stefano Benni e al ritmo del Blues per raccontare una percezione di fatiscenza sociale e morale, il brulicare di una rabbia senza nome, la volontà di vedere oltre la cecità e l’invisibilità, la necessità di un sacrificio e l’ostinazione della speranza.
Pensiamo che un teatro della metropoli che uniforma emozioni e culture è ancora un teatro vivo che porge una sorta di ultima occasione: quella di ritrovare un senso al vuoto, al caos, alla violenza, al disincanto. E il blues, si sa, non è musica remissiva! Ma che cacchio stiamo dicendo … non lo sappiamo bene neanche noi!

Ingresso riservato ai soci ARCI
Biglietto Euro 7,00 con prenotazione Euro 6,00
Giardini Sospesi – Via Marghera, 44 PADOVA