Blu-ray: “Grosso guaio a Chinatown”

Big trouble in little China

La trama

Il camionista Jack Burton (un Kurt Russell nel suo periodo d’oro) accompagna l’amico Wang Chi a prendere all’aereoporto la fidanzata e promessa sposa di quest’ultimo, un’avvenente fanciulla cinese con gli occhi verdi, una vera rarità. Ma la ragazza interessa anche allo stregone Lo-Pan, che la fa rapire allo scopo di sposarla e poi sacrificarla ad un demone cinese per lasciare il corpo ormai decrepito in cui risiede il suo spirito e raggiungere l’immortalità. Jack e Wang, si uniranno ad una spedizione capeggiata dal mago Egg Shen per scendere nei meandri di una Chinatown magica e pericolosa in cerca della fidanzata di Wang.

Il film

Grosso guaio a Chinatown può essere classificato come una commistione di generi diversi ottimamente amalgamati fra loro. La pellicola spazia con abilità tra elementi diversi: il fantastico, leggende cinesi, magia, arti marziali, botte, e mostri, il tutto condito con tonnellate di sana ed efficace ironia. Carpenter è incontenibile, totalmente a briglia sciolta sfoggia tutto il reportorio di film, fumetti e libri con cui è cresciuto, la base è il kung-fu movie, ma ci infila l’action, il fantasy, l’horror, il western, i cartoon e la comedy. Sorretto da un ritmo incalzante e narrato come un divertissment tutt’ora attualissimo, il film ottenne un successo enorme e sancì per l’ennesima volta il gusto tutto particolare del regista nel dipingere il cinema fantastico, con massicce dosi di ironia e modernità.

Il Blu-ray

Difficile l’operazione di riportare alla luce in Alta Definizione un titolo datato ormai ventisei anni. Il risultato, pur non essendo sorprendente, può dirsi senza dubbio più che sufficiente sul piano video, nonostante la resa abbastanza altalenante delle immagini. Dopo i primi minuti – caratterizzati da abbondante grana digitale – i primi piani si fanno più taglienti e particolareggiati e il rumore si attenua lasciando spazio anche ad alcune piacevoli istantanee. Anche per la traccia audio in lingua italiana, proposta in DTS, troviamo un livello paragonabile a quanto riscontrato sul piano video: il fronte anteriore la fa da padrone senza diventare mai troppo tridimensionale, essendo comunque in grado di rendere sempre bene i dialoghi, in particolare nelle scene meno movimentate. Ricco il comparto extra dove troviamo una specifica sezione dedicata alla colonna sonora, con tanto di video musicale, proposta in DTS 5.1, cui si aggiungono una serie di scene eliminate ed un finale esteso. Non mancano featurette d’annata, interviste, due trailer ed uno spot TV.

Audio: Italiano 5.1 DTS, Inglese 5.1 DTS HD MASTER AUDIO, Tedesco 5.1 DTS, Francese 5.1 DTS, Spagnolo 5.1 DTS, Ceco 2.0, Ungherese 2.0, Colonna dei brani musicali 5.1 DTS
Sottotitoli: Italiano, Inglese, Tedesco, Spagnolo, Ceco, Danese, Finnico, Olandese, Francese, Greco, Ebraico, Portoghese, Giapponese, Norvegese, Polacco, Svedese, Bulgaro, Islandese, Ungherese .
Menu: Italiano, Inglese, Tedesco, Spagnolo, Olandese, Francese.
EXTRA
# Commento del regista John Carpenter e dell’attore Kurt Russel
# Colonna dei brani musicali
# Scene tagliate
# Finale esteso
# Featurette d’annata
# Video musicale
# Intervista a Richard Edlund
# Trailers
# Spot Tv
# Galleria dei dietro le quinte