“CADO DALLE NUBI” DI GENNARO NUNZIANTE

Business o talento?

Checco (Checco Zalone, al secolo Luca Medici) è un giovane cantante pugliese che sogna il grande successo nel mondo dello spettacolo. E’ fidanzato con Angela (Ivana Lotito), parrucchiera, che lo lascia perché desidera avere accanto un uomo con un lavoro più stabile, con il quale costruire una famiglia.
Per Checco è una doccia fredda: triste e amareggiato lascia la Puglia per Milano, sperando che la moderna metropoli del nord gli possa spalancare le porte del successo nel mondo discografico.

A Milano Checco viene ospitato da suo cugino Alfredo (Dino Abbrescia) che divide l’appartamento con Manolo (Fabio Troiano): i due stanno insieme da dieci anni ma Alfredo non l’ha ancora detto ai genitori che vivono in Puglia e che, ogni volta che lo vanno a trovare, lo trovano accanto a splendide “fidanzate” come Luisa (Francesca Chillemi).

La strada che porta al successo è lunga e difficile, ma un incontro inaspettato cambierà la vita di Checco: Marika (Giulia Michelini) una ragazza meravigliosa e piena di qualità, convince Checco a dare lezioni di chitarra ai ragazzi disagiati della parrocchia di Don Livio (Peppino Mazzotta). Il padre di Marika (Ivano Marescotti) però è un leghista convinto e pieno di pregiudizi nei confronti dei meridionali.
Checco, affranto da una serie di rifiuti, si convince che non riuscirà mai a sfondare ed è pronto a tornare a Polignano, quando finalmente Roberto (Raul Cremona), un importante discografico, lo trova dopo averlo cercato per tutta Milano, convinto che il talento canoro e quello comico possano trasformare Checco in un vero e proprio fenomeno musicale.

Cado dalle nubi è il primo film del comico cantante sgrammaticato Checco Zalone che, dal palcoscenico di Zelig, ha visto illuminarsi sempre di più la sua stella protettrice, a partire dal tormentone della Coppa del Mondo “Siamo una squadra fortissimi”. Il musicista pugliese ha danzato con la ribalta per la rivisitazione di alcuni testi di canzoni famose, o altre ancora composte da lui, aventi per tema personaggi politici o dello spettacolo e argomenti che possono trattare di cronaca o sempre di politica. La sua è una satira all’acqua di rosa messa in musica, che in un determinato contesto, un one man show o, ancora meglio, nei dieci o quindici minuti, del programma condotto da Claudio Bisio, sanno divertire.

Il suo talento musicale e comico c’è, altrimenti non si spiegherebbe il riscontrato successo che ottiene dal pubblico. Ma dove finisce il talento e inizia il business? È consuetudine, ahinoi radicata, che il circuito dei media globalizzi un artista, o presunto tale, proponendolo in ogni sua espressione comunicativa: televisiva, letteraria, discografica, home video. E anche cinematografica, accentuandone e amplificandone, quasi sempre, il personaggio teatrale interpretato. Situazione che spesso porta al soffocamento mediatico del personaggio per esasperazione mediatica, “bruciandolo” prima del tempo, a meno che l’artista, quello vero, non abbia la sacra capacità istrionica di sperimentare.

Questo film non è solo il debutto di Checco Zalone sul grande schermo, ma lo è anche del regista Gennaro Nunziante (già sceneggiatore di La febbre, Casomai).
Da qualche parte si dovrà anche cominciare; ma questo non giustifica l’adagiarsi e nascondersi dietro un personaggio che fa audience in televisione, per nascondere una povertà di sceneggiatura (scritta dallo stesso Zalone e da Nunziante) che ammicca a una satira di costume che, attonita, sta a guardare.
E la bravura di Dino Abbrescia, Fabio Troiano, Giulia Michelini, Ivano Marescotti, non sono per nulla sufficienti a risollevare Cado dalle nubi di una mediocrità che diventa inno al compendio della risata facile.

Titolo originale: Cado dalle nubi
Nazione: Italia
Anno: 2009
Genere: Commedia
Durata: 114’
Regia: Gennaro Nunziante
Sito ufficiale: www.medusa.it

Cast: Checco Zalone, Dino Abbrescia, Giulia Michelini, Fabio Troiano, Raul Cremona, Gigi Angelillo, Anna Ferruzzo, Ivano Marescotti
Produzione: Taodue Film
Distribuzione: Medusa Film
Data di uscita: 27 Novembre 2009 (cinema)