“Amour” di Michael Haneke

L'amore assoluto

Tra le pellicole più attese in concorso ufficiale a Cannes, Amour di Michael Haneke (già vincitore di una Palma d’Oro nel 2009 con Il nastro bianco) è andato ogni oltre più rosea aspettativa, convincendo appieno critica e pubblico e candidandosi prepotentemente tra i favoriti.

Il film segna inoltre il ritorno sul grande schermo di un’icona del cinema non solo francese, ovvero Jean Louis Trintignant, ormai ultraottantenne, assente dalle scene da una decina d’anni.
La pellicola, volutamente non commerciale e per nulla glamour, racconta la storia di Georges (Trintignant), un professore in pensione che dopo l’irreversibile malattia che colpisce la moglie, (interpretata da Emanuelle Riva), decide di isolarsi da tutto e da tutti, compresa la figlia (Isabelle Huppert), che vive lontano ed è un po’ indifferente, per dedicarsi anima e corpo alla consorte.

Amour vuole mostrare senza retorica e sentimentalismi, usando anche un linguaggio anticinematografico e quasi da reality, la degenerazione fisica causata dalla malattia e dalla vecchiaia, ma anche l’amore assoluto e incondizionato.
Quello di Haneke è un film angosciante e senza vie d’uscite, dove la speranza è di fatto inesistente e il dolore e la sofferenza dominano incontrastate. In questa situazione non certo edificante l’unico appiglio, sia per i protagonisti che per il pubblico, è rappresentato appunto dall’amore, qui rappresentato probabilmente in una delle sue forme più estreme ma nello stesso tempo reali.

Grossa assente da questa pellicola è la religione. I due protagonisti sono chiaramente atei convinti, e neppure la drammaticità degli eventi vissuti li avvicinano a qualche forma di spiritualità, quanto meno per rendere almeno un po’ meno dolorosa la strada che devono percorrere.
Amour offre anche interessanti elementi di riflessione sulla vita e sulla fine, ma Haneke, per non rovinare la visione del film, ha preferito lasciare questo tipo di approfondimenti a chi ha già assistito alla sua nuova opera.

Titolo originale: Amour
Nazione: Francia, Germania, Austria
Anno: 2012
Genere: Drammatico
Durata: 127′
Regia: Michael Haneke
Cast: Jean-Louis Trintignant, Emmanuelle Riva, Isabelle Huppert, Alexandre Tharaud, William Shimell, Ramón Agirre, Rita Blanco, Carole Franck, Dinara Droukarova, Laurent Capelluto
Produzione: Les Films du Losange, X-Filme Creative Pool, Wega Film
Data di uscita: Cannes 2012
25 ottobre (cinema)