Fondazione Venezia prosegue con l’iniziativa “Giovani a teatro”

L'offerta è valida per teatro e mostre nel territorio veneziano

Prosegue la programmazione 2013-2014 del progetto ideato da Fondazione di Venezia per avvicinare i giovani alle performing arts: moltissimi gli spettacoli tra Venezia e Padova con posti numerati a 2,50 euro ? da Babilonia Teatri a Lella Costa, passando per la danza contemporanea di Anticorpi Explo’ – e per la prima volta Gat apre alle arti visive. Si parte l’1 febbraio ai Tre Oci con “Genesi – Sebastião Salgado” e alla Collezione Peggy Guggenheim con “Temi&Variazioni. L’impero della luce”: per i tesserati biglietto d’ingresso a 2,50 euro

Entra nel vivo con tutte le sue novità la programmazione 2014 di GIOVANI A TEATRO…E NON SOLO, il progetto ideato e prodotto dalla Fondazione di Venezia per sensibilizzare e formare ai valori socio-educativi propri delle arti performative contemporanee giovani, insegnanti e genitori, che quest’anno presenta la nuova sezione …E NON SOLO, dedicata alle arti visive. Grazie alle Card gratuite (Gat Card, Prof Card, Tandem Card), i tesserati potranno sia prenotare un posto a teatro a 2,50 euro, sia con la stessa cifra accedere a una selezione delle più importanti mostre in programma negli spazi espositivi veneziani (per richiedere la tessera gratuita: online o in uno dei punti di tesseramento sul territorio, info su www.giovaniateatro.it (http://casadorofungher.us7.list-manage.com/track/click?u=df74bea1286b0432f16499102&id=f23a20e35e&e=fb9de21355) ).

La programmazione teatrale

Il mese di febbraio offre nuove e interessanti proposte per i tesserati:Damiano Michieletto, giovane regista di Scorzè famoso nel mondo per le regie liriche, in arrivo al Teatro Goldoni di Venezia (fino al 2 febbraio), dove porta in scena un ottimo cast veneto nel suo adattamento de L’ispettore generale di Gogol. Sabato 1 febbraio al Teatro Villa dei Leoni di Mira va invece in scena il Pinocchio dei veronesi Babilonia Teatro, in cui gli attori sono persone uscite dal coma. La migliore danza emergente anch?essa veneta è al Teatro Fondamenta Nuove di Venezia con la serata Anticorpi Explo’, sempre sabato 1 febbraio: sul palco dapprima Tiziana Bolfe Briaschi e Matteo Maffesanti con un lavoro di grande originalità, poi Manfredi Perego e le sue Grafiche del silenzio, e infine Davide Calvaresi e la sua riflessione sulle possibilità di interazione tra immagini video e movimento. Da Rovigo Giancarlo Marinelli porta poi in scena la famosa storia di Elephant Man al Teatro Toniolo di
Mestre (dal 5 al 9 febbraio). L’8 febbraio si torna al Teatro Villa dei Leoni di Mira per lo spettacolo Il Vajont dopo il Vajont della vicentina Patricia Zanco, scritto da Francesco Niccolini. Il 9 febbraio al Teatro Aurora di Marghera sarà la volta della provocatoria denuncia sulle dipendenze causate dalla mancanza d?amore da parte dei bravissimi e irriverenti Carrozzeria Orfeo in Thank for vaselina. Dal 21 al 23 febbraio il Teatro Toniolo di Mestre ospita il ritorno di Lella Costa, con Paolo Calabresi protagonista di Nuda proprietà, commedia dolce-amara sull’amore dopo i 60 anni.

Arrivano dal cinema e approdano al teatro invece gli spettacoli di Mario Martone con il pluripremiato Operette morali (Premio Ubu per il teatro 2011 per la miglior regia) dal 12 al 16 febbraio al Teatro Goldoni di Venezia, e dal 18 al 23 febbraio al Teatro Verdi di Padova, e Il discorso del re, messo in scena da Luca Barbareschi al Teatro Goldoni di Venezia dal 19 al 23 febbraio.

Sostanzialmente invariato il funzionamento delle Card per l’accesso a teatro: con la Card gratuita si prenota lo spettacolo di interesse chiamando il call center 041.9636808 e pagando poi l’ingresso 2,50 euro. La Gat Card è riservata a studenti o residenti in provincia di Venezia che non abbiano ancora compiuto 30 anni; la Prof Card è rivolta agli insegnanti di istituti scolastici o Università della provincia di Venezia che portino con sé un gruppo di studenti; la Tandem Card è riservata agli adulti che desiderino condividere l?esperienza culturale con bambini o ragazzi minori di 18 anni.

Mostre e incontri nella sezione …E NON SOLO

Con l’anno nuovo entra nel vivo anche la possibilità di visitare una mostra a soli 2,50 euro grazie alla nuova sezione …E NON SOLO: si parte con ?Genesi – Sebastião Salgado?, che inaugura alla Casa dei Tre Oci sabato 1 febbraio (fino all’11 maggio) e, con inaugurazione sempre l’1 febbraio, ?Temi&Variazioni. L’impero della luce?, a cura di Luca Massimo Barbero, alla Collezione Peggy Guggenheim (fino al 14 aprile). I possessori della tessera Giovani a Teatro 2013-2014 potranno acquistare a soli 2,50 il Guggenheim Young Pass, che consentirà l?accesso gratuito alla Collezione e alla mostra. Il Guggenheim Young Pass inoltre darà la possibilità ai tesserati di partecipare con un forte sconto alle Guggenheim Art Classes, tre cicli di lezioni sulla storia dell’arte realizzate in collaborazione con la Fondazione di Venezia che si terranno da febbraio a novembre (per maggiori informazioni su contenuti e calendario delle
lezioni: http://casadorofungher.us7.list-manage.com/track/click?u=df74bea1286b0432f16499102&id=b6ab7d6aab&e=fb9de21355).

Inoltre all’Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti dal 15 febbraio al 18 maggio si tiene la mostra “Franco Fontana. 50 anni di fotografia”, prima grande retrospettiva veneziana dedicata al fotografo. C’è tempo poi ancora per tutto il 2014, precisamente fino al 31 dicembre, per visitare “Prima Materia” a Punta della Dogana.

La sezione E NON SOLO del progetto Giovani a Teatro è resa possibile grazie alle collaborazioni con Palazzo Grassi e Punta della Dogana, Collezione Peggy Guggenheim e Civita Tre Venezie. Per poter ricevere il biglietto di ingresso a soli 2,50 euro basterà presentare alla biglietteria della sede espositiva la propria tessera GAT 2013-2014 (Gat Card, Prof Card o Tandem Card).

GIOVANI A TEATRO, piattaforma per la formazione culturale di giovani, insegnanti e genitori, è ideato e prodotto da Fondazione di Venezia con il patrocinio dell?Assessorato alle Attività culturali del Comune di Venezia, Provincia di Venezia, Regione del Veneto, Miur Ufficio Scolastico Territoriale di Venezia, Università Iuav di Venezia e Università Ca’ Foscari Venezia, in collaborazione con Comuni, teatri, operatori e soggetti programmatori del territorio della provincia di Venezia.