“I Figli della Mezzanotte” di Deepa Mehta

Sette film in uno

I Figli della Mezzanotte è un film diretto da Deepa Mehta, tratto dal
romanzo di Salman Rushdie vincitore del Booker Prize (edito in Italia da Mondadori). Nell’arco di circa settant’anni, I Figli della Mezzanotte, tra storia e magia, racconta l’indipendenza dell’India dalla Gran Bretagna e le cruente vicende storiche di India, Pakistan e Bangladesh. Un’opera tanto complessa quanto confusa, interesante, ma divagante; infatti ci è sembrato di vedere sette film in uno e riuscire a riassumere brevemente la trama è un’impresa non facile. Il difetto è che le importanti e tragiche vicende storiche di India e Pakistan, l’intrigante vicenda “magica” del protagonista si intrappolano dentro un film corpulento, dove troppi elementi si mescolano tutti insieme, stancando lo spettatore.

Primo Film. India, inizio 1900, il Dottor Aadam Aziz, che ha studiato il Europa, viene chiamato per curare la seducente Naseem; al medico è permesso vedere solo la parte dolente di Naseem, il resto del corpo è coperto da un lenzuolo. i due si sposano e si trasferiscono ad Agra, la città che ospita il Taj Mahal,
nel cuore dell’India.

Secondo Film. India anni 40. Dopo parecchi anni di matrimonio, Aadam e Naseem hanno tre figlie, molto diverse caratterialmente: Alia, Emerald e Mumtaz. La famiglia Aziz rimane coinvolta nell’assassinio del leader politico progressista Mian Abdullah che, assieme al suo assistente Nadir Khan, si batte contro la divisione del paese tra India e Pakistan. A Nadir è dato asilo dalla famiglia Aziz, dove Mumtaz, la secondogenita, si prende cura di lui. Mumtaz e Nadir fsi sposano in gran segreto, ma Nadir sfugge ai militari lasciando dietro di sé una lettera di divorzio; l’ex fidanzato di Alia, Ahmed Sinai inizia a corteggiare Mumtaz. I due si sposano e vanno a vivere a Bombay.

Terzo Film. India 1947. Salem è il figlio di Mumtaz e Ahmed, nasce nella mezzanotte del 15 agosto del 1947, il momento esatto in cui l’India ottiene la libertà dall’impero Anglo Indiano. Ma il suo destino sarà cambiato da una rivoluzionaria, almeno secondo lei, infermiera, che per far realizzare il sogno di un uomo che ama “Fai che il ricco sia povero e che il povero sia ricco”, scambia due bambini maschi: Salem, viene dato a una coppia di mendicanti, mentre il loro bambino diventerà il nuovo Salem.

Quarto Film – che inizia suppergiù alla seconda ora ed è il più bello – Salem è un bambino con il naso enorme, non particolarmente sveglio, ma il benessere in cui è cresciuto lo avvantaggia. Ad un tratto inizia a sentire strane voci nella sua testa. Dopo una notte di panico, capisce che riesce a dominarle, ma soprattutto conosce I Figli della Mezzanotte. Gli altri Figli della mezzanotte, tutti nati la prima ora dopo l’Indipendenza dell’India, sono sparsi per il paese e possiedono poteri soprannaturali, anche se non tanto potenti come quelli di Saleem, Shiva e Parvati.

Quinto Film. Ahmed scopre che Salem non ha il suo stesso sangue. Così, il ragazzo viene mandato Pakistan, dove sua zia Emerald è sposata con un uomo che fa parte dell’elite militare. Saleem diventa un testimone oculare degli eventi politici che plasmano il Pakistan e l’India. Nel corso di un raid aereo, Saleem viene colpito alla testa e cade in un lungo coma dal quale si risveglia sei anni dopo, e subito viene scaraventato in una nuova Guerra. Questa volta si tratta della Guerra civile tra l’ala orientale del Pakistan, che lotta per ottenere l’indipendenza, e il potente Pakistan occidentale

Sesto Film. Anni ’70 Subito dopo questa terribile Guerra civile, Saleem riacquista la memoria. Ritrova Parvati-laStrega e fa ritorno nella sua patria. Privo di passaporto e di permesso di soggiorno, Salem riesce a tornare in India grazie al cestino dell’invisibilità di Parvati.

Settimo Film. L’India è sotto il giogo dello Stato di Emergenza dichiarato dal Primo Ministro Indira Gandhi, dal 1975 al 1977, che ha sospeso le libertà civili e autorizzando arresti di massa dei civili. Lo Stato d’Emergenza viene descritto come “Una Notte Infinita”, il cielo si è oscurato e non si vede più il sole. Salem è catturato e torturato per scoprire dove si nascondano gli altri Figli della mezzanotte, temuti dal Primo Ministro per i loro poteri magici capaci di sovvertire il suo potere. Poi, finalmente, la luce e la libertà tornano a regnare in India e nella vita di Saleem.

Titolo originale: Midnight’s Children
Nazione: Regno Unito
Anno: 2012
Genere: Drammatico
Durata: 146′
Regia: Deepa Mehta
Cast: Satya Bhabha, Shahana Goswami, Rajat Kapoor, Shabana Azmi, Ronit Roy, Siddharth, Seema Biswas, Shriya Saran, Kulbhushan Kharbanda, Darsheel Safary, Anita Majumdar
Produzione: David Hamilton Productions, Hamilton-Mehta Productions, Number 9 Films
Distribuzione: Videa CDE
Data di uscita: 28 Marzo 2013 (cinema)