“Il diario di velluto cremisi” di Sarah Jio

Il Miglior libro dell'anno secondo il "Library journal"

“Il diario di velluto cremisi” firmato da Sarah Jio: un esordio già divenuto bestseller. La prima prova letteraria di Sarah Jio è già un successo mondiale: tradotto in vari paesi del mondo, “Il diario di velluto cremisi” è un romanzo che fa venire voglia di sfogliare le pagine una dopo l’altra, senza mai fermarsi.

Perché le storie d’amore che appassionano sono ben due, non una sola: entrambe ambientate nella misteriosa e suggestiva isola di Bainbridge Island, la prima negli anni Quaranta del Novecento, la seconda ai giorni nostri.

Emily è una scrittrice che all’improvviso vede dissolversi nel nulla la favola della sua vita: il marito le sta dicendo addio per un’altra donna, proprio mentre la sua vena artistica è arida, spenta. Nonostante tutto, non riesce neppure a versare una lacrima; così, la sua migliore amica Annabelle le consiglia di prendersi una pausa da New York. Ad attenderla nell’isola della sua infanzia ci saranno la stravagante zia Bee, un fiume di ricordi, l’amore della sua adolescenza, ma soprattutto due misteri tanto intriganti quanto irresistibili: un diario di velluto cremisi, su cui è narrata un’avvincente storia d’amore; e un uomo, capace di tornare a farle battere il cuore di nuovo.

Sarah Jio intreccia piacevolmente per tutta la lunghezza di questo romanzo d’esordio le fila di due storie che in realtà hanno in comune più di quanto si possa pensare. Sullo sfondo, la silenziosa presenza di Seattle, città dove l’autrice è nata, cresciuta e dove vive tuttora. Dopo aver firmato molti pezzi per Marie Claire, The Seattle Times, Health, The Oprah Magazine e altre testate prestigiose, questo è il suo primo romanzo vero e proprio, definito dal Library Journal il Miglior libro dell’anno.

Di certo, la storia – anzi, bisognerebbe dire le storie – appassiona e per chi di mestiere fa lo scrittore lascia addosso una certa voglia di prendere la penna e scrivere, scrivere, scrivere. Insomma, una bella parentesi di letteratura fresca e romantica, particolarmente adatta per un pubblico femminile.

Sara Jio, Il diario di velluto cremisi, Editrice Nord; 2012; pp. 329; 16,60 euro.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCannes 2013: “Jeunet et Jolie” di François Ozon
Prossimo articoloThe Voice: le otto voci passano il quarto live
Avatar
Chiara Giacobelli è una scrittrice e giornalista nata nel 1983. Si è laureata a pieni voti in Scienze della Comunicazione e poi Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. E' iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006 e ha pubblicato undici libri, tra cui il pluri-premiato saggio biografico "Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo" realizzato insieme ad Alessio Accardo di Sky Cinema e al critico Federico Govoni. Nel 2016 è uscito il suo romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito da Leggereditore del gruppo Fanucci. Come giornalista collabora anche con il gruppo Cairo Editore (Bell'Italia e In Viaggio), Affari Italiani, Luxgallery, oltre a tenere un blog culturale sull'Huffington Post. Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, oppure potete seguirla tramite Facebook, LinkedIn e Twitter.