“JUMPER – SENZA CONFINI” DI DOUG LIMAN

Saltatori in cerca di trama

David, un ragazzo di 17 anni, apparentemente simile a milioni di suoi coetanei, ha un qualcosa in più, un connotato che è l’aspirazione sognante e irrazionale di molti: il teletrasporto. Per caso, il giovane David scopre che può saltare da un capo all’altro del mondo guardando un’immagine.
È un Jumper, una figura semi mitologica, affascinante per il suo potere, molto umana per la sua indole. Non appartiene, o appartengono, considerato e appreso che i Jumpers sono molti, all’elitè dei supereroi. Diciamo che, questi giovani, tendono a sfruttare a proprio vantaggio il loro lato oscuro, non per altro il motto “nulla è proibito” lo pronunciano con un certo cinismo nella voce e superiorità nello sguardo.

Lo stesso David (Hayden Christensen, l’ Anakin Skywalker di Star Wars) conduce una vita comoda, ma all’occhio di terzi discutibile. Dice di lavorare in banca. Effettivamente i suoi guadagni provengono da lì, solo tramite rapine che perpetra utilizzando il suo potere.
I Jumpers non hanno vita facile, contro di loro, infatti, si scagliano con violenza i Paladini, capitanati da Cox (Samuel L. Jackson); questi sono fanatici guerrieri esperti e maturi, che hanno radici risalenti fino ai tempi dell’Inquisizione. Privi di pietà nei confronti dei Jumpers, il loro obiettivo primario è di ucciderli per proteggere il pianeta.

La sceneggiatura è ispirata ai libri di Steven Gould: Jumper, del 1992, e Reflex, del 2004.
Il regista Doug Liman è stato già artefice per il cinema di Mr and Mrs Smith e di The Bourne Identity e per la televisione della prima serie di The O.C. (dove, nel ruolo di Summer, recitava Rechel Bilson, che in Jumper interpreta Millie; la Bilson ha anche recitato in Last Kiss, remake americano de L’Ultimo Bacio di Gabriele Muccino).
L’idea fantascientifica di base è ottima. Dalla saga di Star Trek l’idea del teletrasporto ha pervaso la fantasia di generazioni di telespettatori. I complessi effetti speciali, curati da Joel Hynek (Matrix), sono impeccabili, creano sequenze di prospettiva disinvolte e istantanee. Effetto reso possibile anche dall’“uso” degli attori, nel senso che non sono stati sostituiti virtualmente per mezzo di riproduzioni al computer, ma hanno interpretato le scene più spericolate dal vivo.

È ammaliante e fa anche sospirare vedere David che, sotto il cielo piovoso di Londra, scruta la vita dall’alto del Big Ben, per poi andare a rilassarsi in cima alla Sfinge; infrangere i divieti di ingresso al Colosseo e ammirare la Storia da Roma in poi.
Quello che manca è la trama. La struttura della sceneggiatura è banale. Tra un salto a Roma e uno a Tokyo, nel mezzo c’è una confusione di combattimenti, una storia d’amore, una fuga e ancora combattimenti. Il tutto realizzato con troppa velocità, senza soffermarsi su nulla in particolare. Peccato, perché alcune scene interessanti, come il misterioso segreto celato dietro la scomparsa della madre di David (interpretata da Diane Lane), avrebbe potuto dare al film una riscossa più personalizzante.
La pellicola va avanti quasi esclusivamente grazie alle realizzazioni grafiche degli spostamenti del protagonista. Forse tra un viaggio e l’altro si è perso il “bagaglio” dell’approfondimento, quanto meno per far conoscere e valorizzare una visuale della storia più soddisfacente per il pubblico il sala. Sempre che quest’ultimo non si sia alzato dalla poltrona appena vista la scena in cui l’imperterrito David, il mitologico Jumper, guardando in tv la scena devastante di New Orleans distrutta dall’Uragano, ha esitato e, poi, ha deciso di stare comodamente seduto sul divano a bersi una birra.

Titolo originale: Jumper
Nazione: U.S.A.
Anno: 2008
Genere: Aventura, Drammatico, Fantascienza
Durata: 88′
Regia: Doug Liman
Sito ufficiale: www.jumperthemovie.com

Cast: Hayden Christensen, Samuel L. Jackson, Diane Lane, Jamie Bell, Rachel Bilson, Katie Boland, Brad Borbridge, Adam Chuckryk, Nathalie Cox, Tom Hulce, Michael Rooker, Sean Baek
Produzione: Twentieth Century-Fox Film Corporation, New Regency Pictures, Created By
Distribuzione: 20th Century Fox
Data di uscita: 29 Febbraio 2008 (cinema)