Jia Zhangke, Leone d’oro a Venezia con Still Life, vince a Hong Kong il premio per la miglior regia agli Asian Film Awards.

Quattro premi su dieci ai film della 63. Mostra di Venezia

Il regista cinese Jia Zhangke – già Leone d’oro della 63. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con Still Life, in uscita sugli schermi italiani il prossimo venerdì 23 marzo – ha vinto, sempre con Still Life, il premio per la miglior regia alla prima edizione degli Asian Film Awards, gli Oscar pan-asiatici che si sono assegnati oggi a Hong Kong, dove si è celebrata l’industria cinematografica di quel continente.

Il successo dei film presentati nella scorsa edizione della Mostra di Venezia, che hanno conseguito quattro riconoscimenti su dieci complessivi, è stato completato dalle vittorie ottenute da Lee Chatametikool, migliore montaggio per Syndrome and a Century di Apichatpong Weerasethakul (già in concorso a Venezia), da Tim Yip, migliore scenografia per Yeyan/The Banquet di Feng Xiaogang (Fuori Concorso a Venezia), e da Rahayu Suppangah, migliore colonna sonora per Opera Jawa di Garin Nugroho (Orizzonti).

A differenza di altre simili manifestazioni asiatiche, che scelgono i film a seconda della nazionalità o della provenienza etnica, gli Asian Film Awards intendono essere il primo premio pan-asiatico, che copre l’intera gamma dei generi cinematografici e che ha visto complessivamente in lizza 33 titoli di 9 Paesi (Cina, Corea del Sud, Giappone, Hong Kong, India, Indonesia, Iran, Tailandia, Taiwan), suddivisi in 10 categorie, selezionati fra oltre 700 pellicole.