Le prime anticipazioni di Bif&st 2013

“Hannah Arendt” di Margarethe von Trotta in concorso

Il programma completo del Bif&st 2013 (Bari International Film Festival) sarà annunciato durante la conferenza stampa di Roma sabato 2 marzo, ma trapelano già le prime anticipazioni.

Il Bif&st 2013 includerà oltre trecento film di tutto il mondo e la più vasta retrospettiva audiovisiva mai dedicata a Federico Fellini, in occasione dei vent’anni dalla sua scomparsa. Un altro omaggio sarà dedicato ad Alberto Sordi, a dieci anni dalla morte. Il terzo, ampio tributo, con una rassegna di quindici film, sarà dedicata ai tre volte Premi Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo insigniti del “Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence” che riconoscerà anche il talento, fra gli altri, dei registi Stephen Frears e Bertrand Tavernier.

Il Premio Oscar Gianni Quaranta, invece, terrà un intenso laboratorio di scenografia destinato ad un numero chiuso di ”allievi” selezionati.

I giornali italiani, inoltre, stanno prestando grande evidenza al film “Hanna Arendt” di Margarethe von Trotta, da poco uscito in Germania con ampio successo di critica e di pubblico. Il film verrà mostrato in concorso al Teatro Petruzzelli in anteprima italiana il prossimo 20 marzo alla quarta edizione del Festival (16-23 marzo), presieduto da Ettore Scola e diretto da Felice Laudadio.

Fra gli altri film della sezione Anteprime internazionali: “A Late Quartet” di Yaron Zilberman con Philip Seymour Hoffman e Christopher Walken, “Stand Up Guys” di Fisher Stevens con Al Pacino e ancora Christopher Walken, “Stoker” di Chan-wook Park con Nicole Kidman e Matthew Goode, “Mi rifaccio vivo” di Sergio Rubini con Neri Marcoré, Margherita Buy, Emilio Solfrizzi e Pasquale Petrolio (Lillo di Lillo&Greg).

A sorpresa, uno speciale “Premio Fellini per l’eccellenza artistica” verrà conferito il 20 marzo ad Adriano Celentano che proprio in un film di Fellini, “La dolce vita”, fece la sua prima folgorante apparizione sullo schermo accanto a Anita Ekberg e Marcello Mastroianni. Celentano sarà anche al centro, insieme a Ettore Scola, di una “conversazione a due voci fra registi” condotta da Vincenzo Mollica al termine della proiezione dell’ormai mitico film “Yuppi Du”, diretto da Adriano che lo interpretò avendo accanto Claudia Mori e Charlotte Rampling.

Una rassegna di film e di opere teatrali dedicate alla grande attrice Mariangela Melato e un omaggio al regista Emidio Greco, completano i tributi della prossima edizione del festival di Bari.

Anche al teatro sarà dedicata grande attenzione, dal 16 al 21 marzo, con attori di cinema e teatro formatisi alla scuola di Orazio Costa. Fabrizio Gifuni, Alessio Boni, Marcello Prayer, Roberto Herlitzka, Luigi Lo Cascio saranno a Bari per un ciclo di spettacoli e di conferenze che saranno integrate da una lunga intervista di Felice Laudadio ad Andrea Camilleri, anche lui allievo di regia di Orazio Costa all’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico.

Largo spazio, infine, alla migliore produzione italiana di cinema con le sezioni dedicate ai film di lungometraggio, valutati da una giuria presieduta dal critico francese Michel Ciment, alle opere prime e seconde sottoposte al vaglio della giuria composta da Jean Gili, Gianni Canova e Curzio Maltese, ai cortometraggi con presidente di giuria Daniele Vicari, e ai documentari la cui giuria sarà presieduta dal regista e produttore Gianluca Arcopinto.