Mamma a Carico – Mia Figlia ha Novant’Anni di Gianna Coletti

Dal 6 ottobre in Libreria

«Ho 53 anni. Non parlerò di menopausa, lo dico subito. Ho solo qualche vampata con la quale convivo benissimo. L’unico fastidio è il fondotinta che mi si scioglie dopo il restauro, ma non è un problema, vado di cipria compatta che è un piacere. Nella mia vita c’è una vecchia. Ha poco piú di 90 anni, non cammina piú e la testa ogni tanto va per conto suo. Quella vecchia è mia madre»

Arriva il 6 ottobre in libreria Mamma a Carico – Mia Figlia ha Novant’Anni di Gianna Coletti (Ed. Einaudi), già protagonista del film ispirato alla sua storia Tra cinque minuti in scena per la regia di Laura Chiossone.

Gianna è una figlia con una madre molto ingombrante di cui occuparsi: una cocciuta signora di 90 anni con una testa di capelli bianchi sparati e un paio di occhiali 3 D che non si toglie mai – perché anche se non vede è abituata ad avere qualcosa sul naso. Gianna però dovrebbe e vorrebbe avere una vita sua. Questa è la storia della loro particolare relazione; ad è anche la storia di un fenomeno generazionale che coinvolge sempre più donne alle prese con genitori anziani, malati, non più autosufficienti. Accudire chi prima si è fatto carico delle nostre esigenze e ci ha aiutato a diventare adulti è una lotta impari contro il tempo. Una lotta che Gianna Coletti racconta con ironia e coraggio. Mostrando i tanti momenti di angoscia, frustrazione e smarrimento, ma regalandoci anche luminosi sprazzi di felicità, risate e tenerezza.

Non accade quasi mai che prima nasca il film, e poi il libro. Eppure è accaduto.
_ Il film rappresentava uno spaccato di vita reale: una donna – un’attrice di teatro – che si prende cura di una madre non più autonoma, ma dallo spirito ribelle e dall’ironia graffiante. Condizione sempre più diffusa quella di diventare “madre della propria madre”. Gianna Coletti ha raccontato la sua esperienza nel libro Mamma a Carico – Mia Figlia ha Novant’Anni (Edizioni Einaudi nella collana SUPER ET OPERA VIVA; Euro 14).