Premiato il saggio “Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo”

Il terzo premio nella sezione Saggistica al Concorso Locanda del Doge


Il libro “Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo” scritto da Alessio Accardo, Chiara Giacobelli e Federico Govoni (Edizioni Le Mani), con la collaborazione di Giacomo Scarpelli e la prefazione di Ettore Scola, si è aggiudicato il Terzo premio nella sezione Saggistica del Concorso Letterario Internazionale Locanda del Doge.

In questa seconda edizione il saggio è stato scelto tra quasi 700 opere provenienti da tutta Europa e ha ricevuto il premio nella giornata di domenica 5 ottobre alla presenza di circa 200 persone, giornalisti, sponsor, case editrici e molti autori, presso la bellissima Villa Cagnoni Boniotti a Rovigo.

La motivazione della giuria, presieduta da Angioletta Masiero, è stata la seguente: “Un plauso caloroso ai tre autori di questo saggio: Chiara Giacobelli, Alessio Accardo e Federico Govoni. Hanno realizzato un’opera stupenda, in omaggio a Furio Scarpelli, uno dei maggiori sceneggiatori italiani di tutti i tempi. Un percorso ricchissimo quello di Scarpelli, che ha scritto i migliori copioni di Monicelli e Risi, Comencini e Germi, Scola e Virzì. E’ stato uno dei padri della Commedia all’Italiana, un pilastro della nostra cinematografia, oltre che disegnatore e fumettista. Un libro, questo su Scarpelli, che evidenzia non solo l’attività artistica, ma anche le doti umane di uno sceneggiatore geniale che si è distinto “per cultura e signorilità, capacità di inventare narrazioni compiute e avvincenti, coniugandole con una grande passione civile”.

Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo è un tentativo appassionato di ripercorrerne i passi, lungo i quasi cento anni di una vita esemplare, eppure sempre tenuta al riparo delle accecanti luci della ribalta. Grazie anche al prezioso contributo di ben 35 testimonianze d’autore, da Stefania Sandrelli a Ricky Tognazzi, da Sandro Veronesi a Melania Mazzucco, da Dario Fo ad Armando Trovajoli, da Walter Veltroni a Pietro Citati. Senza contare il figlio Giacomo e il maestro Ettore Scola, che ha acconsentito a consegnarci un sommesso e sentito ricordo in forma di prefazione (anzi, di anti-prefazione, come la definisce lui).

Alessio Accardo è nato a Roma nel 1969. Vive a Milano e lavora presso la redazione di Sky Cinema. Ha scritto per l’Ancci il libro Age e Scarpelli. La storia si fa commedia e per Le Mani My Name is Virzì, con Gabriele Acerbo.

Chiara Giacobelli è nata ad Ancona nel 1983. Scrittrice e giornalista, collabora con alcune testate occupandosi di musica, teatro, danza, cinema, letteratura e arte; scrive inoltre per diverse case editrici, toccando generi piuttosto diversi tra loro, dalla biografia al saggio alle guide turistiche, fino ai romanzi. Il suo sito web è www.chiaragiacobelli.com.

Federico Govoni è nato a Pisa nel 1973. Si è laureato in Lettere con una tesi su “Paolo Virzì e la Commedia all’italiana”. Dal 2004 collabora come critico cinematografico con la rivista «Cinemasessanta».