“Quando l’amore brucia l’anima – Walk the line” di James Mangold

La leggenda dell’uomo in nero

Fuori Concorso
Sull’onda biopic che non smette di far fortune ad Hollywood, James Mangold porta sul grande schermo la vita, i successi e gli eccessi di Johnny Cash, star fragile e talentuosa che cambiò il modo di fare musica.

E’ dura crescere in una famiglia numerosa di raccoglitori di cotone, in Arkansas, sul finire degli anni ’30. Lo sa bene Johnny, bimbo ingenuo e sognatore pieno di ammirazione per il fratello aspirante pastore battista. Non smetterebbe mai di ascoltare musica il piccolo Johnny, incollato per ore alla radio a sentire gospel e gli Inni religiosi interpretati dai numerosi membri della famosa famiglia Carter. Non una vita felice insomma, ma le canzoni e l’amore fraterno era quanto gli bastava. Invece, un terribile incidente, la morte dell’amato fratellino, lo attendeva dietro l’angolo, con tutto il carico di dolore e sensi di colpa che avrebbero attanagliato Johnny per il resto della sua esistenza.
Ma da questa tremenda esperienza il giovane Cash trasse la sincerità ed il sentimento che contraddistinsero le sue canzoni e che affascinarono, negli anni ’50 e non solo, il pubblico americano desideroso di ascoltare musiche più personali e nuove sonorità.

Così, da un lutto familiare, da un senso di colpa instillato e rafforzato da un padre duro e moralista, dall’esperienza difficile nell’aeronautica durante la Seconda Guerra Mondiale, nacquero le prime canzoni di Johnny Cash. Erano i meravigliosi anni ’50 e viaggiando tra le rive del delta del Mississippi, Menphis e le piantagioni dell’Alabama poteva capitare di incontrare un trio di giovani talenti come Elvis Presley, Jerry Lee Lewis e Johnny Cash in tour assieme, più o meno consapevolmente impegnati nel rivoluzionare la concezione della musica di quel periodo e non solo.

Una vita intensa, una parabola luminosa, un’ascesa ed una caduta allo stesso modo travolgenti: insomma, una storia che non poteva non far gola ad Hollywood. Una vita non dissimile da quella di molti altri musicisti però, quella di Cash, contraddistinta da rapidi e folgoranti successi quanto da inesorabili e deprimenti discese negli abissi della droga. Ma parallelamente alle vicende artistiche del cantautore dell’Arkansas, Mangold decide di raccontarci la travagliata e lunghissima storia d’amore tra tra Johnny e la più giovane delle sorelle Carter, June, quella che adorava ascoltare abbracciato alla radio da piccolo assieme al fratello. Un amore viscerale, insopprimibile e impossibile da nascondere per lui, complicato e frenato da lei; ma infine un’affinità ineludibile, un sentimento nato per essere condiviso.

Due ottime prove d’attore (si vocifera già sulle candidature agli Oscar per i due attori protagonisti, Joaquine Phoenix nel ruolo di Cash e Reese Witherspoon nei panni di June) che raggiungono l’apice nelle interpretazioni dal vivo, con le proprie voci, dei pezzi originali. Ma come accade per i protagonisti del film, le sequenze migliori sono quelle cantate, in cui le vibranti performance degli attori unite alle grandi musiche di Cash non mancano di emozionare gli spettatori.

WALK THE LINE
USA, 2005, 35mm, 135′, col.

regia/director James Mangold
sceneggiatura/screenplay Gill Dennis, James Mangold
fotografia/director of photography Phedon Papamichael
scenografia/set design David J. Bomba
costumi/costume design Arianne Phillips
montaggio/film editor Michael McCusker
musica/music T-Bone Burnett
suono/sound Paul Massey, D.M. Hemphill, Peter F. Kurland, Donald Sylvester, Ted Caplan
interpreti e personaggi/cast and characters Joaquim Phoenix (Johnny
Cash), Reese Witherspoon (June Carter), Ginnifer Goodwin (Vivian Cash), Robert Patrick (Ray Cash), Shelby Lynne (Carrie Cash), Dan John Miller (Luther Perkins), Dan Beene (Ezra Carter), Larry Bagboy (Marshall Grant), Lucas Till (Jack Cash), Ridge Canipe (J.R. Cash)
produttore/producer Cathy Konrad, James Keach
produzione/production Fox 2000 Pictures
coproduzione/coproduction Tree Line Films, Catfish Production
distribuzione/distribution Twentieth Century Fox Italia