Raul Cremona e i suoi “Prestigi”

Sala gremita per l'appuntamento del 14 aprile a Bologna

I “Prestigi” di Raul Cremona hanno incantato sabato 14 aprile il pubblico del Teatro delle Celebrazioni.
Raul Cremona al Teatro delle Celebrazioni di Bologna

Sala gremitissima per uno dei comici di Zelig più amati. E, stranamente, poche remore da parte del pubblico per salire sul palco e partecipare in prima persona ai giochi di prestigio proposti dal comico.

D’altra parte, i fan di Raul Cremona lo sapevano già: se vai a vedere un suo spettacolo, devi essere pronto a lasciarti “strapazzare” senza timore. Già, perché il mago Cremona, con tutti i suoi personaggi di repertorio, è un ometto simpatico, astuto ma soprattutto coinvolgente, nel senso più ampio del termine. Il pubblico in sala è la sua prima spalla destra, accanto a Gianluca Felipe Beretta, ormai un caro amico, oltre che un collega e un valido appoggio sul palco.

Raul parla veloce, velocissimo, ma nessuno si fa sfuggire neppure una battuta. Racconta la storia di suo nonno, anche lui prestigiatore, e della sua famiglia. Propone giochi di prestigio e magia – alcuni riusciti, altri volutamente toppati – utilizzando tutto quanto un buon mago debba avere nel proprio repertorio: carte, scatole e barattoli, orologi, banconote, bicchieri d’acqua. E se qualcosa manca, lo chiede direttamente al pubblico, che partecipa di getto, anche quando Raul tenta di ipnotizzarlo. Non solo. Canta, balla, suona, comico a tutto tondo, bravissimo nell’entrare e uscire da personaggi più o meno goffi e impacciati: dal mago Oronzo a Sim Sala Min. Racconta persino cosa si cela dietro alle parole “ciarlatano” e “prestigiatore”, in un’incursione storico-folcloristica molto apprezzata.

Così, tra parodie e personaggi inventati, tra prestigi e battute, tra scherzi ai poveri malcapitati delle prime file e mascalzonate, lo spettacolo di Cremona scivola via veloce e leggero, costruito proprio a pennello sulle corde di un comico particolare, con il suo ben definito stile diverso da tutto quanto propone la scena attuale (che si tratti di Zelig, oppure di teatro).

Sempre molto amato dalla gente (forse proprio per questa volontà di appoggiarsi così tanto al pubblico in sala nel corso dei propri spettacoli), Raul Cremona colleziona al Teatro delle Celebrazioni un nuovo successo. E lascia ora spazio a un altro grandissimo interprete della scena comica nazionale: Maurizio Crozza, il 27 e 28 aprile.

www.teatrocelebrazioni.it

CONDIVIDI
Articolo precedente“Una grande famiglia” in prima serata su Rai Uno
Prossimo articolo“22/11/1963” di Stephen King
Chiara Giacobelli è una scrittrice e giornalista nata nel 1983. Si è laureata a pieni voti in Scienze della Comunicazione e poi Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. E' iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006 e ha pubblicato undici libri, tra cui il pluri-premiato saggio biografico "Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo" realizzato insieme ad Alessio Accardo di Sky Cinema e al critico Federico Govoni. Nel 2016 è uscito il suo romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito da Leggereditore del gruppo Fanucci. Come giornalista collabora anche con il gruppo Cairo Editore (Bell'Italia e In Viaggio), Affari Italiani, Luxgallery, oltre a tenere un blog culturale sull'Huffington Post. Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, oppure potete seguirla tramite Facebook, LinkedIn e Twitter.