“Remix” dei Momix

I Momix colorano il Teatro Europauditorium di Bologna

I Momix hanno riempito il Teatro EuropAuditorium di Bologna dal 18 al 23 gennaio, per festeggiare i trent’anni di attività con Momix Remix, uno spettacolo di Moses Pendletor

Non è da tutti riuscire a riempire per quattro giorni consecutivi il Teatro EuropAuditorium di Bologna (senza considerare lo spettacolo doppio del sabato!).
I Momix ci sono riusciti e, neanche a dirlo, gli applausi sono fioccati da ogni angolo della sala.

Vederli per la prima volta è un’incredibile sorpresa. Non possono non colpire lo spettatore ignaro! Rivederli a distanza di tempo è sempre entusiasmante e piacevole.
Diretti da Moses Pendletor, storico fondatore della compagnia, i Momix sono tornati a ballare con Momix Remix, un super-condensato di tutte le migliori performance messe in scena fino ad oggi.

I balletti provengono dagli spettacoli che in questi ultimi anni hanno segnato il grande successo del gruppo: “Bothanica”, “Momix Classics”, “Opus Cactus”, “SuperMomix” e “Sun Flower Moon”, più due inediti intitolati “Baths of Caracalla” e “If you need some body”.
Sul palco, i dieci fantastici ballerini/illusionisti sono dei veri e propri maghi nel fondere insieme effetti visivi, giochi di luce, costumi, corpi, coreografie e intrecci.

La direzione di Moses Pendletor, aiutato dal coordinamento artistico della moglie Cynthia Quinn, è magistrale come sempre.
Si va dal duetto di Rebecca Rasmussen e Steven Marshall, già visto più volte in televisione, ai balletti di sole donne o di soli uomini, fino ai pezzi più vivaci, che coinvolgono l’intero corpo di ballo.

Presentato da Julio Alvarez, “Momix Remix” è uno spettacolo che intende festeggiare i trent’anni di attività della compagnia, fondata nel 1980 e ormai affermata a livello internazionale.
Proprio per questo motivo non potevano mancare le figurazioni di “Passion” sulle musiche di Peter Gabriel (che nel 1992 resero i Momix improvvisamente conosciuti in tutto il mondo), come pure il noto pezzo “Baseball”, ispirato nel 1994 dall’esperienza con i San Francisco Giants.
Insomma, sul palco si succedono, per due ore di giocoso intrattenimento, cactus, uomini primitivi, ragni e pupazzi, giochi di specchi, ombre e tanti colori.

Il Teatro EuropAuditorium di Bologna, già scelto nel 2009 per il debutto mondiale di “Bothanica”, ha ospitato la compagnia di Moses Pendletor dal 18 al 23 gennaio.
La tournée dei Momix (con vari spettacoli in calendario) continua ora in altre città d’Italia.
Mentre il Teatro EuropAuditorium è pronto a ospitare dal 27 al 30 gennaio “Bollywood – The show”.
Info su www.teatroeuropa.it

CONDIVIDI
Articolo precedente“Fuori Classe”. Al via la serie con Luciana Littizzetto
Prossimo articoloLa Compagnia della Rancia riprende nel Meridione la tournée di ‘Cats’
Avatar
Chiara Giacobelli è una scrittrice e giornalista nata nel 1983. Si è laureata a pieni voti in Scienze della Comunicazione e poi Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. E' iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006 e ha pubblicato undici libri, tra cui il pluri-premiato saggio biografico "Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo" realizzato insieme ad Alessio Accardo di Sky Cinema e al critico Federico Govoni. Nel 2016 è uscito il suo romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito da Leggereditore del gruppo Fanucci. Come giornalista collabora anche con il gruppo Cairo Editore (Bell'Italia e In Viaggio), Affari Italiani, Luxgallery, oltre a tenere un blog culturale sull'Huffington Post. Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, oppure potete seguirla tramite Facebook, LinkedIn e Twitter.