“THE OTHER CHELSEA – A STORY FROM DONETSK” di Jakob Preuss

Uniti per lo Shakhtar!

Il giovane documentarista tedesco Jakob Preuss racconta la città di Donetsk attraverso il calcio, la politica e gli infaticabili lavoratori delle miniere di carbone.

Donetsk è una città situata nell’Ucraina orientale e gode di una reputazione a livello europeo soprattutto per la squadra di calcio locale, lo Shakhtar Donetsk. La compagine cittadina è finanziariamente sostenuta dal magnate Rinat Akhmetov, ma è seguita con attenzione anche dall’oligarchia politica locale. Le partite dello Shakhtar sono un momento particolare per i cittadini di Donetsk: in una situazione di grave instabilità politica ed economica, il calcio diventa infatti una distrazione dalla sconfortante quotidianità e un temporaneo motivo di orgoglio.
La macchina da presa di Jakob Preuss segue le avventure di due personaggi molto diversi fra loro: Kolja, giovane e brillante esponente della classe politica locale, e Alexey, anziano minatore in pensione ma ancora intenzionato a dedicarsi all’estrazione del carbone.

Kolja è un membro dell’assemblea cittadina e possiede tutti i requisiti per assicurarsi un futuro nella dirigenza politica del Paese: conosce i più influenti magnati della città, compreso l’inarrivabile proprietario dello Shakhtar, e sfrutta ogni occasione per carpire con astuzia il consenso del popolo. Agli occhi del politico, l’idea stessa del documentario sulla città di Donetsk sembra essere un prezioso escamotage per farsi pubblicità, salvo poi ricredersi quando si accorge che scavando nella realtà emergono situazioni e fatti poco limpidi.
Alexey è un anziano innamorato della miniera di carbone e, nonostante abbia raggiunto l’età della pensione, non abbandona i compagni di lavoro, adoperandosi per garantire la sopravvivenza dell’impresa. I problemi della società ucraina affiorano dai racconti e dalle condizioni in cui Alexey si trova a lavorare, mentre sembrano svanire quando Kolja elargisce relazioni positive sull’amministrazione. Entrambi i protagonisti sono però uniti dalla fede calcistica e non perdono una partita del mitico Shakhtar: Alexey spende i suoi risparmi per seguire la squadra in tutta Europa e si emoziona ad ogni gol dei suoi idoli; Kolja invece non è un appassionato di calcio ma ha compreso che lo sport è un ottimo strumento per interagire con il popolo ed ingraziarselo.
Il destino di Kolja e Alexey, e anche quello dei politici e del popolo ucraino, si intreccia con l’ascesa calcistica dello Shakhtar nella competizione europea della Coppa Uefa, nell’ambito della quale la squadra di Donetsk sconfiggerà gli acerrimi rivali del Kiev e trionferà nella finale del torneo.

L’opera di Jakob Preuss è costruita con passione e curiosità. Il giovane regista assiste ad un periodo frenetico della storia ucraina condividendo la propria esperienza con due compagni di viaggio molto differenti: Kolja, esponente della classe aristocratica del Paese, e Alexey, povero minatore con la passione per il calcio. Attraverso la descrizione dei due protagonisti, l’autore riesce a far comprendere l’insanabile divario socio-economico che caratterizza la società ucraina, composta da pochi e avidi privilegiati e da un popolo impoverito e demoralizzato.
Nonostante la mancanza di una contestualizzazione storico-politica efficace, The other Chelsea riesce a rappresentare una situazione critica mediante soluzioni interessanti anche dal punto di vista estetico: i titoli di testa e le cronache della partite dello Shakhtar sono affidati a sequenze di animazione molto suggestive, mentre le scene dedicate al lavoro in miniera colpiscono per la capacità di ritrarre con lucidità una condizione estrema.
Presentato al Trieste Film Festival 2011|Trieste Film Festival 2011, il film di Jakob Preuss ha conquistato la platea triestina grazie al coinvolgente intreccio tematico con il quale il giovane regista tedesco ha saputo descrivere la complessità della società ucraina.

THE OTHER CHELSEA – A STORY FROM DONETSK
Regia: Jakob Preuss
Riprese: Eugen Schlegel, Pavel Kazantsev, Roman Yelensky, Maxim Kuphal-Potapenko, Philipp Gromov, Felix Korfmann
Montaggio: Markus CM Schmidt, Philipp Gromov, Lena Rem
Animazione: Stephan Flint Müller
Fotografia: Dimitriy Bazhenov, Gleb Predko, Dimitriy Kuznetsov, Emmanuelle Langlois, Christelle Tulli, Alexandr Vyatkin, Sergey Vaganov, Andrey Sarismakov, Dimitriy Yerashov, Alexey Rovanovsky, Jakob Preuss, Maxim Kuphal-Potapenko
Musica: Dominik Sprungala
Produttore: Stefan Kloos
Sito web: www.theotherchelsea.com