“THE VINTAGE”: UN’EMOZIONE ROCK

In arrivo l’atteso album della band di Padova

“The Vintage” è il secondo omonimo album della band capitanata da Andrea Maretto, ma in realtà può considerarsi il loro vero esordio discografico in quanto ad importanza. L’album, in uscita il 30 ottobre prossimo, rappresenta al meglio l’essenza del gruppo.
I “The Vintage” sono una band che ha fatto dell’attività live il loro punto di forza, e ora, dopo tutte le esperienze maturate si propongono in una veste da studio, che comunque, lascerà il segno. Il nome rimanda a un qualcosa di passato, ma i quattro musicisti vivono, suonano e compongono in un’assoluta contemporaneità di suoni e parole.

I primi passi mossi nel 2003 hanno subito segnato il destino dei The Vintage, a cominciare dalla scelta inglese e dalla voglia di fare esperienze all’estero che li porterà addirittura sei mesi a Londra in cerca di un primo contratto. Tornati in Italia, grazie anche all’amico Francesco Sarcina (leader de Le vibrazioni), conosciuto a Milano in sala prove, prendono contatto con la Virgin. La band nel frattempo si è già fatta notare grazie a una prima demo autoprodotta. Comincia in questo periodo un’intensa attività live, dove i quattro ragazzi sprigionano tutta la loro energia e la loro creatività. Le influenze di grandi nomi del rock che hanno fatto dei concerti il loro punto di forza (Aerosmith, Red Hot Chili Peppers, Queen) sicuramente spingono i The Vintage a cimentarsi con esibizioni viscerali che colpiscono subito il pubblico.

Nel 2004 la formazione si stabilizza quasi completamente con Andrea Maretto (voce, piano), Vale Nalini (basso) e Tommy Carugno ( batteria), mentre i chitarristi cambiano spesso. La ricerca musicale li porta a svincolarsi sempre di più dal tradizionale aspetto melodico per puntare di più sui ritmi. Nel 2005 e nel 2006 vincono il concorso Emergenza Rock e il Banale (importante locale di Padova per la musica dal vivo) diventa la loro seconda casa, seguito da tutti gli altri posti in cui portano la loro musica nel Veneto e non solo.

Dopo il primo album autoprodotto Never…ever del 2006, la fortuna sembra girare dalla parte giusta, e nel 2007 il management fiorentino Alkemist Fanatic li mette in contatto con l’etichetta Incipit Recordings. Si progetta così il secondo album The Vintage che viene registrato nell’Aprile 2008 e prodotto da Daniele Landi. Alex T. Vine si unisce al gruppo in veste di chitarrista, portando un tocco diverso alle già molteplici sonorità della band. L’album è in uscita il 30 ottobre e chi segue da tempo la band, non ha dubbi sull’impatto che questo lavoro avrà sul pubblico e sulla critica. Già il singolo Stop Hurryin’ me presentato su Myspace all’inizio del mese, ha già riscosso un notevole numero di ascolti: un ritmo trascinante e un’autentica ventata di freschezza caratterizzano il brano che coinvolge fin dale prime note. Anche negli altri brani la quotidianità viene analizzata e descritta con ironia dai testi di Andrea che si appoggiano agili e sicuri sul tessuto musicale creato dall’insieme della band. E nell’album c’è posto anche per un brano scritto a quattro mani con Michele Venturini, che era nella band nel primo periodo e che continua comunque a collaborare con gli altri.

In mezzo a tanti gruppi legati troppo all’immagine patinata e che producono musica annacquata e insipida, i The Vintage spiccano per la loro visceralità e l’autentica emozione rock che sanno trasmettere. La loro dimensione artistica si fonde con la loro vita e la coerenza delle loro parole con la loro musica e il loro modo di porsi dentro e fuori dal palco li rende assolutamente irresitibili.

I “The Vintage” saranno ospiti al New Age di Treviso il 25 ottobre, mentre il 30 ottobre sarà ufficialmente presentato l’album al Banale di Padova mentre il 15 si esibiranno al CRC di Abano Terme.
Altre date saranno presto aggiunte grazie all’agenzia Forears che cura la promozione il booking della band.
www.myspace.com/thevintageitaly