“WhiteOut – Incubo bianco” di Dominic Sena

Sfida tra i ghiacci

Dominic Sena è stato uno dei primissimi registi di videoclip ad aver compiuto il grande salto verso il grande schermo. Nonostante ciò, la sua carriera vede solo due lungometraggi all’attivo: il remake di un classico action degli anni Sessanta, Fuori in 60 secondi, e l’assordante Codice: Swordfish, passato alla storia del cinema per la cifra esorbitante che Halle Berry riuscì a spillare dai produttori per mostrarsi in topless.

Forte della partecipazione di un’attrice i cui anni sembrano non passare mai, ovvero la splendida Kate Beckinsale, Dominic Sena torna al cinema portanto l’adattamento di un famoso fumetto curato da Greg Rucka e Steve Liebe.
Di questo WhiteOut colpisce prima di tutto la location, inusuale per non dire unica, oltreché suggestiva. Ambientato nel freddissimo e glaciale, nel vero senso della parola, Antartide, luogo dove per sei mesi l’anno non sorge mai il sole, Sena racconta la storia di un’agente federale americana, interpretata da Kate Beckinsale, che cerca di dipanare la matassa di un intricato assassinio. La poliziotta, vittima lei stessa di una profonda crisi personale e professionale che l’ha portata a isolarsi dal resto del mondo, tenterà in tutta la pellicola di discernere tra coloro ai quali dare fiducia e capire chi invece trama alle sue spalle.

Seppur realizzato con tutti i crismi del classico film di intrattenimento americano, quindi con effetti speciali di grande impatto e scene mozzafiato, questo “thriller tra i ghiacci” mostra però in diversi punti i suoi evidenti limiti. In più di un’occasione Sena sembra strizzare l’occhio al Nolan di Insomnia. Entrambe le pellicole sono infatti ambientate in posti del mondo estremi, e i protagonisti devono risolvere dei complicati crimini e, nello stesso tempo, fare i conti con il proprio passato.

A differenza di Nolan, Sena non riesce però ad andare oltre un’analisi superficiale dei personaggi di facciata, dimostrando tutti i suoi limiti di regista e di narratore.
Come non bastasse, anche il finale prolungato con continui capovolgimenti di fronte alla ricerca del cattivo di turno risulta piuttosto noioso, crea allo spettatore più un senso di apnea che di vera emozione.

Sena, come nei suoi precedenti due lungometraggi, dimostra di essere un bravo artigiano della macchina da presa, ovvero un regista in grado di realizzare ottime scene d’azione e imbastire un prodotto di veloce consumo per un pubblico non troppo esigente. Risulta invece piuttosto inconcludente come autore.

Titolo originale: WhiteOut
Nazione: U.S.A., Canada
Anno: 2009
Genere: Azione, Thriller
Durata: 98′
Regia: Dominic Sena
Sito ufficiale: www.whiteoutmovie.warnerbros.com
Cast: Kate Beckinsale, Gabriel Macht, Tom Skerritt, Columbus Short, Alex O’Loughlin, Shawn Doyle, Joel S. Keller, Jesse Todd, Arthur Holden, Erin Hickock
Produzione: Warner Bros. Pictures, Dark Castle Entertainment
Distribuzione: Warner Bros.
Data di uscita: 02 Ottobre 2009 (cinema)