Il futuro è adesso. A ricordarcelo ci ha pensato la Biennale proponendo il primo “stato delle cose” sulla Realtà Virtuale.

Non solo. Con sguardo lungimirante, con l’azzardo di chi esplora le tendenze invece di seguirle, la 74. Mostra del Cinema di Venezia ha istituito una sezione apposita, con relativo concorso, dedicata alla Virtual Reality.

Ancora di più. Venezia 74. Dedica un’intera isola, quella meravigliosa del Lazzaretto Vecchio, a pochi metri dalla riva dove sorge il Palabiennale, all’eplorazione di questa nuova tecnologia e nuovo strumento nelle mani di cineasti, artisti e non solo.

Fortemente voluta dal Presidente Baratta e dal Direttore Barbera, Venice Virtual Reality diventa un’occasione imperdibile per confrontarsi con nuove forme di racconto (anche antinarrativo) che non sostituiranno ovviamente il cinema come lo vediamo adesso, ma costituiranno nuovi mezzi di espressione artistica.

Ecco un piccolo assaggio fotografico della location.

Per una presentazione ufficiale invece, ecco un bel video che vede protagonista uno dei curatori della sezione, Michel Reilhac:

MICHEL REILHAC INTRODUCING VENICE VR ISLAND from SMALL BANG on Vimeo.