L’archivio del celebre antropologo napoletano Ernesto De Martino è stato ufficialmente donato da Vittoria De Palma, compagna di vita e di studi dello studioso, all’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani.

I 47 faldoni che documentano il laboratorio di ricerca di De Martino, che comprendono appunti, lettere, memorie, rapporti, fonti, saggi annotati e fotografie, saranno depositati nel corso dell’estate presso Palazzo Mattei di Paganica – sede dell’Istituto Treccani – e verranno messi a disposizione del pubblico per la consultazione. La raccolta comprende impotantissimi testi come Il mondo magico (1948), Sud e magia (1959), La terra del rimorso (1961) e il libro postumo sulle apocalissi culturali dal titolo evocativo La fine del mondo (1977).

L’obiettivo di Treccani” – afferma il Direttore Generale dell’Istituto Massimo Bray – “in collaborazione con la comunità scientifica, che finalmente avrà a disposizione questo tesoro di documenti e di idee, sarà quello di rendere vivo l’archivio di uno studioso che, anche grazie al suo impegno al tempo stesso critico e politico, scientifico e sociale, è ricordato come ilfondatore dell’antropologia italiana”.

Da sottolineare inoltre come il Padiglione Italia della 57. Esposizione Internazionale d’Arte Biennale di Venezia faccia riferimento esplicito al pionieristico libro di Ernesto De Martino Il mondo magico del 1948, segno di come il lavoro dell’antropologo napoletano sia ancora di fortissima attualità.

A tal proposito, al fine di far vivere l’archivio come spunto per sollecitare la cultura contemporanea, saranno promosse iniziative volte a sostenere alcuni importanti progetti nel campo della valorizzazione del patrimonio culturale italiano.

Istituto della Enciclopedia Italiana
Palazzo Mattei di Paganica,
Piazza della Enciclopedia Italiana, 4
00187 – Roma (RM)

Sito web: www.treccani.it
T. +39 06 68982118
infotreccani@treccani.it