Mamma a Carico – Mia figlia ha novant’anni” è un monologo ironico e struggente sul rapporto tra una donna di cinquant’anni, Gianna, e una ribelle di novant’anni, Anna, cieca, che porta occhiali 3D perché da sempre è abituata ad avere qualcosa sul naso, non cammina più e la testa ogni tanto va per conto suo.

Anna è la madre di Gianna: spirito ribelle, ironia graffiante e grande cuore, sempre più egoista. Due donne che se si sorreggono l’una con l’altra, ma incredibilmente è la figlia ad avere più bisogno della madre per vivere.

Entrambe commettono lo stesso errore: Anna rifiuta la cecità e la vecchiaia; Gianna  non accetta di vedere sua madre perdere i pezzi.
E tra uno scontro e l’altro, sensi di colpa, una risata, una cantata, un ricordo, si dipana il loro rapporto. Anna conduce caparbiamente la sua battaglia, morirà e rinascerà un’infinità di volte, sperando di essere immortale.

Il testo teatrale è tratto dal libro Mamma a Carico – Mia figlia ha novant’anni scritto dalla stessa Gianna Coletti (edito da Einaudi nel 2015), che ha venduto migliaia di copie e che presto verrà distribuito in Cina. Tutte e due insieme, vicine, lotteranno per strappare anni, mesi, giorni di vita, ma l’evento più naturale del mondo arriverà inesorabilmente.

Uno spettacolo multimediale, unico nel suo genere, che vedrà integrarsi recitazione e proiezione di scene tratte dal film Tra cinque minuti in scena di Laura Chiossone, che a sua volta propone la vita reale di Gianna e della madre Anna.Distribuito nelle sale nel 2013, Tra cinque minuti in scena è stato vincitore del premio Cicae Art Cinema ad Annecy nel 2012, del premio Fice miglior Film Indipendente nel 2013 ed è stato premiato come miglior film al Miff di Mosca.

Dopo il film e il libro, il testo teatrale conclude la trilogia del rapporto madre–figlia nella fase più delicata dell’esistenza: la vecchiaia, l’abbandono.

 

 

MAMMA A CARICO Mia figlia ha novant’anni
di e con Gianna Coletti drammaturgia Gianna Coletti e Gabriele Scotti

regia Gabriele Scotti

con estratti del film: Tra cinque minuti in scena per la regia di Laura Chiossone, produzione Rossofilm e MareMosso

(Spettacolo realizzato con il Sostegno di FNP-CISL e CGIL)