La Marvel ha presentato sui grandi schermi il personaggio di Black Panther in Captain America: Civil War e ora gli dedica un lungometraggio. A vestire i panni di questo supereroe semisconosciuto è sempre Chadwick Boseman.

Black Panther è il principe T’Challa, erede al trono dello stato africano di Wakanda, florida e rigogliosa nazione, tecnologicamente all’avanguardia. In seguito alla morte del padre (nel precedente film Marvel), T’Challa viene nominato re, ma non prima di aver superato una battaglia contro eventuali legittimati a pretendere il trono di Wakanda.

Ma quando un vecchio e potente nemico farà ritorno, il suo ruolo come sovrano e la sua identità come BlackPanther verranno messe alla prova e T’Challa sarà trascinato in un tremendo conflitto che metterà a rischio il destino pacifista della sua terra e di tutto il mondo.

Costretto ad affrontare tradimenti inaspettati e pericoli, il giovane re dovrà radunare i suoi alleati e scatenare tutto il potere di Black Panther per sconfiggere i suoi nemici, mantenere Wakanda al sicuro e preservare lo stile di vita del suo popolo.

Dobbiamo dire subito una cosa, la più urgente: i personaggi femminili di Black Panther sono i migliori visti finora nell’universo cinematografico Marvel. Insuperabili guerriere, moderne, scaltre e autorevoli: Lupita Nyong’o nel ruolo di Nakia, Danai Gurira nel ruolo Okoye e soprattutto Letitia Wright nel ruolo di Shuri. 

Black Panther ha alle spalle una storia ricchissima commenta il regista Ryan Coogler, da sempre un grande fan di questo supereroe, apparso per la prima volta nel 1966 sulle pagine dei fumetti Marvel ne I Fantastici Quattro (Vol. 1) n. 52. Creato da Stan Lee e Jack Kirby, il personaggio di BlackPanther divenne presto uno dei più amati da parte degli appassionati, abbattendo diversi confini razziali e culturali.
Lo sceneggiatore e regista Ryan Coogler è noto per il suo stile personale, connotato da un forte accento sui personaggi; si è imposto all’attenzione del pubblico nel 2013, aggiudicandosi una serie di riconoscimenti per il suo appassionante film indipendente Prossima Fermata Fruitvale Station, con Michal B. Jordan, che qui ritrova nel ruolo di un ottimo villain, Erik Killmonger.

“Stiamo introducendo un supereroe proveniente da un Paese africano che per anni è rimasto avvolto nel più completo mistero. Una nazionetecnologicamente all’avanguardia che sorpassa qualsiasi altro Paese del pianeta”, afferma Kevin Feige, presidente di Marvel Studios e produttore del filmBlackPanther. “È davvero fantastico poter entrare nell’universo del Wakanda, conoscere la stirpe di BlackPanther, il mondo da cui proviene e incontrare gli incredibili personaggi che lo circondano. Per portarli in vita abbiano radunato un cast fenomenale, composto da alcuni dei migliori attori con cui abbiamo mai lavorato”.

Black Panther è la celebrazione di questi personaggi tra mito e superpoteri; traccia la parabola ascendente dell’eroe che preserva il suo territorio e dona agli altri il bene. Più che la storia in sé, a fare la differenza in questo film è il carisma dei personaggi inseriti in una realtà unica: la vita in Wakanda è urbana e rurale, futuristica e tradizionale, tecnologica e mistica.

 

 

Titolo originale: Black Panther
Nazione: U.S.A.
Anno: 2018
Genere: Azione, Fantascienza, Drammatico
Durata: 135′
Regia: Ryan Coogler
Cast: Chadwick Boseman, Michael B. Jordan, Lupita Nyong’o, Danai Gurira, Martin Freeman, Daniel Kaluuya, Letitia Wright, Winston Duke, Angela Bassett, Forest Whitaker, Andy Serkis
Produzione: Marvel Studios
Distribuzione: Walt Disney
Data di uscita: 14 Febbraio 2018 (cinema)