Electro Camp 5

dal 7 al 10 Settembre 2017 - C32,, Forte Marghera

Electro Camp è una piattaforma aperta a nuove produzioni – anche in veste di lavori in fieri – dedicate alla ricerca delle relazioni tra suono e movimento, danza, musica e spazio scenico. 
Curato dall’associazione culturale Live Arts Cultures e dalla netlabel electronicgirls, il progetto giunge quest’anno alla sua quinta edizione e si terrà da giovedì 7 a domenica 10 settembre 2017 presso C32 performing art work space, all’interno di Forte Marghera, Venezia-Mestre
Electro Camp si propone come momento di riflessione, diffusione, pratica e studio di alcune arti performative e include, nella sua quinta edizione, innovazioni nella programmazione tese a favorire l’avvicinamento della comunità del territorio ai linguaggi delle arti performative dal vivo. 
 
Il programma per questa quinta edizione prevede attività diurne e – vera novità – speciali e notturne, che avvicineranno il pubblico ancora di più a musica e danza, linguaggi universali attraversabili da chiunque. Il festival ospiterà, come sempre, giornate di formazione pensate anche per il mondo dell’infanzia, dell’adolescenza e degli adulti; inoltre ospiterà percorsi installativi ed eventi serali. 
 
Electro Camp V è un invito a rendere tutti partecipi delle pratiche dell’artista performativo per cancellare le apparenti distanze, proponendo attività che stimolino la consapevolezza del corpo e dello spazio, l’ascolto, la generazione di azioni performative. 
 
Per il secondo anno consecutivo, Electro Camp ospita “Espressioni – Rassegna itinerante di
video-danza” ideata da Perypezye Urbane. “Lo Spaesamento e le forme di re-azione” è il tema dell’edizione 2017.
 
PROGRAMMA DEL FESTIVAL:
Apertura: giovedì 7 settembre, ore 19.30
LECRI / electronicgirls netlabel – Dj set
Performance dalle 20.30
PLANIMETRIE – di quando non pensavamo a confezionarci per il prossimo
di e con SALVATORE INSANA, ELISA TURCO LIVERI, GIULIA VISMARA
PROMISING! – Ten promising situations
di Loup Abramovici
Venerdì 8 settembre dalle 19.30
MASUFURIA YANAIMBA – The pans are singing
di Giovanni Dinello con la partecipazione dello chef Giuseppe Di Terlizzi
Prenotazione consigliata al link: https://goo.gl/forms/8ekU2I6ID89A3HXx2
Dalle 20.30
HAIKU
di e con New Landscapes
Silvia Rinaldi-violino – Luca Chiavinato-oud – Francesco Ganassin-clarinetto basso
con la partecipazione di Tania Lo Duca e Federica Marcoleoni alla danza
IN INTIME DISTANZE/ last day on earth
di e con She Zeno,  video Elisa Campagnaro
produzione Art(h)emigra Satellite
CILLOMAN – Dj set
Sabato 9 settembre dalle 19.30
DUAL BUNKERS – performance
Di e con Cristiana Zeta Rolla/ Sara Kostić. Di e con Marianna Biadene
Dalle 20.30
SYNESTHESIA
di Minh Duc Nguyen, Christian Bläsche
YOGA IN THE DARK
Selezione musicale e guida alla pratica IOIOI
Prenotazione consigliata: https://goo.gl/forms/5eeA57aiIVsUmSgK2
SLEEP CONCERT
Con Federica Furlani, IOIOI, Patrizia Mattioli
Dalle 00.00 alle 07.30
Prenotazione consigliata: https://goo.gl/forms/JqV3GLtGnIScqGMQ2
 
Domenica 10 settembre dalle 16.00
UNTIL DUCHAMP IS SLEEPY 
Officina elettronica creativa per laptop ensemble e sei scacchisti di e con Arazzi Laptop ensemble
Dalle 20.30
ARAZZI LAPTOP ENSEMBLE & ALESSANDRO FAGIUOLI
L’arazzo è una forma d’arte che si pone a metà strada tra l’artigianato e la rappresentazione artistica. Tecnicamente ` un tessuto a dominante di trama, poiché a lavoro finito l’ordito non si vede.
SAPIR – WHORF 
di e con Valentina Milan, Nicola Di Croce
SENZA BISOGNO DI TITOLO #2 
di e con Paola Ponti e Giulio Escalona
 
Tutti i giorni del festival
 
Percorsi sonori con le voci di:
Mariangela Gualtieri: dal rito sonoro “Fraternità solare” andato in onda su Radio3 
Valentina Valentini: “La dimora delle voci femminili (del teatro)”
Con una selezione di ascolti dalla storia della musica elettroacustica ed elettronica a cura di Johann Merrich. Lungo il percorso la performer Ashley-Louise McNaughton 
Ingressi
Il festival è riservato ai soci Live Arts Cultures: tessera 2017 euro 5.
Contributo responsabile per la singola serata: euro 5.