La casa editrice Salani e l‘associazione Every child is my child hanno annunciato la pubblicazione del libro #Everychildismychild. Storie vere e magiche di piccola, grande felicità.

Il 13 novembre 33 protagonisti del mondo dello spettacolo italiano hanno deciso di tornare bambini per raccontare storie fatte di immaginazione e di ricordi della propria infanzia, incentrate sul tema della felicità e della spensieratezza. Lo hanno fatto per raccogliere fondi da devolvere attraverso #everychildismychild per ricostruire la Plaster School al confine con la Siria

Perché ogni bambino ha diritto a essere felice, perché solo con la felicità, il gioco e la fantasia si può sconfiggere la brutalità della guerra.

Altrettanti artisti e illustratori di fama internazionale hanno realizzato una tavola a colori per ciascuna storia. Un libro destinato ai bambini e ai ragazzi ma anche ai loro genitori e nonni, un dono pieno di gioia per tutta la famiglia.

 

Gli artisti che hanno partecipato a questo libro:

GLI AUTORI: Niccolò AgliardiLuca ArgenteroClaudio BisioMarco BoniniAndrea BoscaLorena CacciatorePaolo CalabresiGiorgia CardaciAlessandro CattelanMartina ColombariLodovica ComelloPaola CortellesiSimone CristicchiValentina D’AgostinoFedezDonatella FinocchiaroDiane FleryAnna FogliettaGiorgiaLino GuancialeJAxLa PinaEdoardo LeoVinicio MarchioniPaola MinaccioniGabriella PessionLillo PetroloViolante PlacidoVittoria PucciniSaturninoDaniele SilvestriSofia ViscardiLuca Zingaretti

 

GLI ILLUSTRATORI: Allegra AgliardiCristina AmodeoPaolo BacileriAlice BenieroElenia BerettaPeppo BianchessiJulia BinfieldAnna Laura CantoneIvan CanuZosia DzierzawskaCamilla FalsiniCostanza FaveroMichele FerriDesideria GuicciardiniDeborah GuidiSilvia IdiliSpiderSimona MulazzaniFabian NegrinGiulia OrecchiaGiuseppe OrlandoSonia Maria Luce PossentiniClaudio PratiSerena RigliettiPaola RolloGuido ScarabottoloTeresa SdralevichSilverGaia StellaDaniela TieniLinda ToigoArianna Vairo,Olimpia Zagnoli.

 

“Due sono le cose che ti rendono ‘genitore’: fare un figlio e mandarlo a scuola. La prima richiede molte energie; per la seconda basta un libro: questo”. MICHELA MURGIA