“Franca: Chaos and Creation” di Francesco Carrozzini

Oggi è già finito, appartiene al passato, io lavoro per il futuro. Le pagine si girano come la vita. La vita ricomincia ogni giorno – Franca Sozzani

28 anni alla guida di Vogue Italia. Black Issue, il disastro ambientale della BP, la guerra, la violenza e l’abuso domestico, la chirurgia plastica, il rehab, le curvy Women, Franca Sozzani ha sempre temuto di essere licenziata dalla casa editrice Conde Nast dopo ogni numero.

Bisogna credere nell’essere umano, altrimenti non credi in niente – Franca Sozzani

Controcorrente, geniale nel sapere riconoscere la genialità e circondarsi di artisti controtendenza, ha saputo esprimere la società attraverso l’immagine. Criticata, odiata, attaccata dai media, ha sempre fatto l’opposto di quello che le ricerche di mercato indicavano.

Perché non posso parlarne? Perché un giornale di moda non può parlare di ciò che accade nel mondo? – Franca Sozzani

Questa é una sintesi degli 80 minuti di docufilm, che Francesco Carrozzini, figlio di Franca Sozzani, ha girato su sua madre. Autoreferenziale e affettuoso, Franca: Chaos and Creation parte da un’indagine del figlio fotografo e regista “Quando mio padre è morto, mi sono reso conto che mia madre era tutto quello che mi restava. Ho girato la telecamera su di lei e l’ho usata come mezzo per esplorare il nostro rapporto, in un modo nuovo, e per dare voce alle domande che non avevo mai fatto prima. Volevo capire le sue scelte personali, il film, che ho completato in quattro anni, è tanto un testamento alla sua storia, quanto un atto d’amore.”

Tra immagini di repertorio, filmati d’infanzia in super 8, interviste, madre e figlio dialogano con familiaritá sulla moda, sulla vita e sui fallimenti.

Un lavoro interessante, divertente, costruttivo, anche se narrato da un unico punto di vista, apre uno spiraglio intimo sul mondo del direttore di Vogue Italia, che crea quando si incazza e a cui é mancato o rimpiange solo il grande, vero amore.