Kim Ki-duk presenta “Human, Space, Time and Human” alla Berlinale

Presentato nella sezione Panorama della Berlinale Inkan, gongkan, sikan grigo inkan (Human, Space, Time and Human), il nuovo film di Kim Ki-duk, narra la storia di due personaggi in una ex nave da guerra usata come nave da crociera con a bordo vari tipi di persone, un politico con il figlio, una banda di gangster, un gruppo di prostitute, truffatori e una coppia di fidanzati giapponesi.

La prima notte sarà segnata da violenze, stupri, omicidi.
Il giorno dopo, la nave si ritroverà sospesa in una dimensione spazio/tempo con scorte alimentari in esaurimento. Inizia a quel punto la lotta per sopravvivere.
Anche questo film riprende le tematiche tipiche di Kim Ki-duk come il peccato, la colpa, il sacrificio, il pentimento.
Un film diretto, duro che scuote fortemente lo spettatore.