Dopo essere stato confermato Presidente della Fondazione Ugo e Olga Levi, Davide Croff, insieme al Direttore Giorgio Busetto, ha presentato i risultati degli ultimi cinque anni di attività, articolati in progetti di studio, valorizzazione e fruizione digitale degli archivi e dei fondi conservati, con particolare attenzione alla Biblioteca “Gianni Milner”.

Alle attività di riordino, restauro e catalogazione è stato affiancato un processo di digitalizzazione del materiale che ha portato alla creazione del database open source LEVIdata, già liberamente consultabile online grazie agli oltre 50.000 record. Un quinquennio contraddistinto all’insegna della produzione, gestione, promozione, comunicazione e distribuzione di oltre 140 eventi culturali.

Alle attività di ricerca nel campo della musicologia e dell’etnomusicologia, sia in ambito veneto che europeo, trovano così spazio i processi di conservazione e restauro di alcuni beni della Fondazione tra cui strumenti musicali, dipinti, ritratti di musicisti e fotografie.

Oltre alla produzione editoriale e scientifica della Fondazione, il nuovo database LEVIdata raccoglie anche il riversamento informatizzato delle schedature di alcuni fondi della Biblioteca “Gianni Milner”, attualmente in corso di digitalizzazione, e di numerosi fondi musicali di area veneta. LEVIdata offre così uno strumento di ricerca immediato e flessibile articolato in quattro sezioni: biblioteca, cataloghi, attività culturali e progetti di ricerca.

Nata per volontà testamentaria di Ugo Levi, la biblioteca è stata intitolata nel 2008 allo storico presidente della Fondazione Gianni Milner e trova la sua sede a Palazzo Giustinian Lolin.

Il patrimonio della Biblioteca, specializzata nel settore musicale, contiene anche il Fondo storico della Cappella di San Marco di proprietà della Procuratoria della Basilica oltre a una corposa sezione di microfilm e microfiches provenienti da biblioteche italiane e straniere. Per donazione, lascito o acquisto la Biblioteca nel tempo si è arricchita di fondi librari di vari ambiti della cultura musicale sia antica che moderna: sinfonie, libretti d’opera, programmi di sala, musica manoscritta e a stampa, musica da camera e per banda, fino a incisioni in vinile di musica jazz e volumi di musicologia e critica musicale.