Nella splendida cornice di Mantova ritorna la kermesse dal 22 al 27 agosto con un programma ricco di eventi e una locandina che omaggia Bernardo Bertolucci.
Il Mantova Film Fest, infatti, fin dalla sua nascita ha sempre concentrato la sua attenzione sul cinema italiano, e in particolare sul mondo dei suoi nuovi autori e su quella parte di cinema nascosta dalle grandi vetrine mondane. Per tanti registi italiani ha segnato l’inizio di un percorso carico di riconoscimenti: a questo proposito si possono citare i nomi di Alice Rohrwacher, Pietro Messina, Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, Gianluca e Massimiliano De Serio, senza tralasciare gli ospiti delle passate edizioni come Giuseppe Tornatore, Nanni Moretti, Gianni Amelio, Alba Rohrwacher, Sergio Rubini, Saverio Costanzo, Fabrizio Bentivoglio e molti altri.
Il programma – disponibile dal 2 agosto – sarà variegato e articolato su più sezioni.
Una delle principali novità di quest’anno sarà proprio l’introduzione di una sezione inedita, denominata Masterclass: ogni giorno, verrà presentato al pubblico un film cult della storia del cinema nella sua versione restaurata, accompagnato dall’introduzione e dall’approfondimento a cura di alcuni tra i più importanti critici italiani.
Per quanto riguarda le altre sezioni, non mancheranno appuntamenti dedicati al meglio del cinema documentario della stagione, la Retrospettiva che quest’anno vuole celebrare uno dei più grandi maestri del cinema italiano quale è Bernardo Bertolucci e, come sempre, alcune Anteprime esclusive. L’evento centrale sarà il concorso Opere Prime, col pubblico del festival che sarà chiamato a decretare tramite il proprio voto il film vincitore, il quale riceverà il Lauro D’Oro di Virgilio: una scelta nel segno della tradizione del festival che mette al centro tutti coloro che, guardando il cinema e appassionandosi ad esso lo rendono grande.
A fare da cornice alla kermesse, alle consolidate location del Cinema Mignon (la prima storica sala d’essai di Mantova), e del Conservatorio Campiani, quest’anno si aggiunge Palazzo San Sebastiano, sede del museo della città, che ospiterà nel suo chiostro una nuova arena estiva da più di 200 posti a sedere.
Non mancheranno gli ospiti: registi, attori, critici cinematografici che il festival avrà il piacere di ospitare e che incontreranno il pubblico in diverse occasioni. I loro nomi verranno svelati nella conferenza stampa ufficiale.
La locandina di quest’anno rende un doveroso e sentito tributo alla figura di Bernardo Bertolucci, protagonista della Retrospettiva, la cui storia di grande uomo di cinema è legata a doppio filo con la città di Mantova, da lui usata come location e set per gran parte delle riprese del suo capolavoro Novecento.