Ben quattro opere di repertorio preparano il terreno alla cerimonia di premiazione Una vita nella musica, riconoscimento riservato quest’anno a Mariella Devia dal Teatro La Fenice di Venezia che vede il celebre soprano protagonista nelle ultime sue recite nei panni di Norma di Bellini, prima che possa annunciare il definitivo addio alle scene. Percorrendo la strada del Festival Gounod promosso dal Palezzo Bru Zane, il Quartetto Cambini- Paris interpreta cinque Quartetti del compositore francese, mentre un doppio appuntamento interessa la Giovane Orchestra Metropolitana che dal Teatro Toniolo di Mestre si appresta a raggiungere l’Ospedale all’Angelo all’insegna di un evento straordinario.

Il gioco del doppio, tra illusione e disinganno, è il programma del concerto promosso dagli Amici della Musica di Padova con Roberto Loreggian e Chiara De Zuani ai due clavicembali pronti ad immergersi in Sonate e Concerti tra Italia e Germania. Al centro dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, Alexander Gadjiev intrepreta il Concerto per pianoforte e orchestra op. 61a di Beethoven all’Auditorium Pollini. Al Santuario San Leopoldo, una selezione dalle Sette ultime parole del nostro Redentore sulla croce di Haydn e lo Stabat Mater di Boccherini animano l’evento organizzato per i festeggiamenti di San Leopoldo Mandic con il soprano Marina Bartoli Compostella, in attesa dell’ultima delle tre Lezione di Suono dedicate all’opera teatrale di Giorgio Battistelli dall’Orchestra di Padova e del Veneto. Celebre per le sue ampie collaborazioni e apprezzato per la capacità di coniugare personali esplorazioni sonore all’elettronica in un contesto performativo, il percussionista Chris Corsano si esibisce al Liviano di Padova per il Centro D’Arte.

A distanza di quattro anni, Jan Lisiecki torna al Teatro Comunale di Vicenza in compagnia della Camerata Salzburg, mentre l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da Mirga Grazinyté-Tyla, vede il pianista canadese protagonista al Teatro Verdi di Pordenone nel Secondo Concerto di Chopin a conclusione di una stagione capace di accogliere il recital pianistico di Ilia Kim, accompagnato dall’autorevole introduzione all’ascolto di Piero Rattalino, e il concerto cameristico di Alessandro Taverna affiancato dal Quartetto Bennewitz sul palco del Verdi per il Quintetto di Sostakovic e l’op. 34 di Brahms.

Infine, la regia di Graham Vick cucita su Anna Bolena di Donizetti rinnova l’invito all’opera al Teatro Filarmonico di Verona.

TEATRO LA FENICE:
02 – 04 – 05 – 06 – 08 – 11 – 12 – 13 – 14 – 15/05

PALAZZETTO BRU ZANE:
05/05

AMICI DELLA MUSICA DI MESTRE:
06 – 13/05

AMICI DELLA MUSICA DI PADOVA:
05/05

ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO:
04 – 05 – 09/05

CENTRO D’ARTE:
04/05

TEATRO COMUNALE DI VICENZA:
07/05

TEATRO G. VERDI DI PORNONE:
02 – 04 – 12/05

TEATRO FILARMONICO DI VERONA:
02 – 04 – 06/05