I migliori concerti in Veneto dal 15 al 31 gennaio 2017

Classica, sinfonica, lirica, da camera

A distanza di vent’anni, torna al Teatro La Fenice il Tannhäuser di Wagner in un nuovo allestimento curato da Calixto Bieito per la regia e realizzato da una coproduzione internazionale per la direzione di Omer Meir Wellber. Sul versante sinfonico si aggiunge un’altra tappa dell’integrale delle Sinfonie di Schumann per mano di Marek Janowski che dirige la Terza – nota come Renana – nella versione originale, insieme alla Terza di Schubert e agli Akademische Festouvertüre di Brahms. Il Trio di Parma inaugura Musikàmera, la nuova stagione di musica da camera della Fenice, con un contributo strutturato al repertorio beethoveniano, mentre con Il gesto e la musica, Carla Maria Casanova presenta sessant’anni di incontri musicali racchiusi nel suo ultimo volume per Zecchini Editore.

Nella sala della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, la Società Veneziana di Concerti prosegue la sua Arcomachia sulla musica di Dvorák e Schubert, interpretata dal Quartetto Bennewitz e anticipa il concerto straordinario con The King’s Singers, originariamente previsto a fine stagione.

Mentre al Teatrino di Palazzo Grassi il percussionista Julian Sartorius sfida i generi musicali per il secondo appuntamento di New Echoes, panoramica riservata alla nuova musica svizzera che culmina anche in un workshop, al Centro Culturale Candiani di Mestre arriva il canto di Aeham Ahmad, il cui nome ha fatto il giro del mondo per i video che lo ritraggono suonare sui cumuli delle macerie di Damasco.

Continuando sui tasti del pianoforte, al Teatro Toniolo di Mestre di esibisce Lukas Geniusas, giovane pianista russo confermato dai più prestigiosi premi internazionali, mentre per gli Amici della Musica di Padova si susseguono i recital di Filippo Gorini e Maddalena Giacopuzzi. In occasione della Giornata della Memoria, il Conservatorio di Padova dedica uno spaccato al repertorio pianistico del Novecento, da Busoni a Dallapiccola, con Aldo Orvieto e Mattia Ometto parallelamente al viaggio nella musica francese che l’Ensemble Masques, gruppo strumentale canadese specializzato nella pratica barocca, tratteggia fra Parigi e Versailles, tra Rameau e Marais.

Un doppio appuntamento propone il Carnevale degli animali di Saint-Saëns con il Duo Alberti-D’Errico accompagnati dall’Orchestra di Padova del Veneto diretta da Giovanni Battista Rigon e Mimma Campanale nell’evento dedicato ai più piccoli. Del compositore francese si esegue inoltre il Secondo Concerto per pianoforte al Filarmonico di Verona con Michail Lifits solista mentre si prepara ad andare in scena Pagliacci di Leoncavallo per la regia di Franco Zeffirelli.

Così al Comunale di Treviso il recital di Radu Lupu anticipa l’allestimento del Ratto dal Serraglio di Mozart, per la regia di Robert Driver, e il programma tutto russo dell’Ars Trio di Roma introduce il concerto per la Giornata della Memoria che al Teatro Verdi di Pordenone fa perno sul Concerto pianistico di Schuloff con la Janáček Philharmonic Orchestra diretta da Reinhard Seehafer e Jitka Čechova solista.

TEATRO LA FENICE

17 – 20 – 24 – 27 – 28 – 29 – 30/01

SOCIETÀ VENEZIANA DI CONCERTI

24 – 31/01

NEW ECHOES

20 – 21/01

TEATRO TONIOLO

31/01

CENTRO CULTURALE CANDIANI

22/01

AMICI DELLA MUSICA DI PADOVA

17 – 22 – 27 – 29/01

ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO

21 -26 – 28/01

TEATRO COMUNALE DI TREVISO

18 – 25 – 27 – 29 – 31/01

TEATRO FILARMONICO DI VERONA

22 – 24 – 26 – 27 – 29 – 31/01

TEATRO VERDI DI PORDENONE

17 – 27/01