Rohab Ensemble e Sepideh Raissadat

Prosegue il programma del Candiani Groove a Mestre, ieri sera lo spettacolo del Rohab Ensemble e Sepideh Raissadat è stato molto apprezzato dal pubblico del Centro Culturale Candiani.

Il Rohab Ensemble, che deriva il suo nome da un tema musicale del XIII secolo, ha introdotto il pubblico al suono penetrante del kamancheh di Saeed Farajpouri, al virtuosismo delle percussioni suonate da Behnam Samani, al tocco deciso di Hossein Behroozinia sulle corde del tipico barbat, il tutto unito alla voce potente di Sepideh Raissadat.

Il programma presentato era ben strutturato in quattro parti. La parte iniziale ha inebriato il pubblico con le melodie dei compositori Reza Ghassemi e dello stesso Saeed Farajpouri accompagnate dalle mistiche liriche di alcuni famosi poeti persiani come Sa’adi e Rumi. In un alternarsi di ritmi incalzanti e attimi d’attesa, la voce cristallina della giovane Raissadat affiorava insieme alle note prodotte dal Kemancheh, mentre gli altri strumenti creavano un fertile tessuto melodico.

Sorprendente, specialmente per un pubblico non avezzo alla musica persiana, l’utilizzo del Daf (un tamburo a cornice) da parte di Samani che ha dimostrato la completa padronanza di questo strumento attraverso anche una coinvolgente gestualità nell’esecuzione.

Nella seconda e terza parte, entrambe solo strumentali, i musicisti hanno creato un dialogo emozionante, in cui l’equilibrio tra i vari elementi del gruppo era quasi perfetto, a conferma della grande esperienza dei tre maestri che formano questo Ensemble. La perfetta intesa tra musicisti e strumenti ha prodotto un dialogo ricco di sfumature, dove la musica non sprigionava paesaggi o racconti, piuttosto la melodia esprimeva un largo spettro di stati d’animo: dalle iniziali note malinconiche del kamancheh alle raffinate espressioni del Sitar (suonato per l’occasione da Raissadat in “Avaz & Setar” di Iman Vaziri), dall’animo fermo del Barbat all’esplosione di allegria del Tombak.

L’ultima parte, forse la più breve, ha ricondotto il pubblico nell’universo persiano, le ultime due canzoni Tasnif hanno invitato gli ascoltatori all’interno della comunità iraniana concludendo il concerto in un’atmosfera di festa.

 

Sabato 24 febbraio
in collaborazione con la Casa della Cultura Iraniana
ROHAB ENSEMBLE & SEPIDEH RAISSADAT
Musica tradizionale iraniana
Sepideh Raissadat, voce
Hossein Behroozinia, barbat
Saeed Farajpouri, kamancheh
Behnam Samani, tombak