Sandro Zendralli: Dipingere la pittura

La danza del colore a San Stae

Ancora pochi giorni per visitare l’esposizione “Dipingere la pittura” dell’artista svizzero Sandro Zendralli alla Schola dei Tiraoro e Battioro a San Stae.

Le opere di Zendralli emanano energia, il colore – protagonista assoluto – emerge dalla tela come magma vulcanico, un residuo fossile che l’opera sprigiona per incantare l’osservatore.Le sale della Schola ospitano una trentina di opere esposte con attenzione secondo la scelta del curatore Enzo Di Martino. Zendralli ha sviluppato il proprio stile nel corso di quaranta anni di attività arrivando a realizzare negli ultimi anni scomposizioni spontanee e cristalline. La sua pittura, gioiosa e coinvolgente, produce un vortice di colori che rassicura il visitatore.

 

Collage e Scomposizioni materializzano ventagli di rossi, gialli e blu su fondo nero, nasce così il ritmo: una danza di macchie che seguono una precisa armonia. Il visitatore si accosta con piacere a queste visioni e liberando la mente rincorre le linee dei colori, osserva l’espandersi dei pigmenti mentre fluiscono nella propria mente. L’artista crea una poesia dal sapore antico, le sue pitture a olio riproducono una texture marmorea che ricorda materiali fragili ma duraturi come l’immaginazione che sprigionano. C’è tempo fino al 15 maggio per osservare questa sfolgorante esplosione di stagioni, germogli e fiori… un bouquet di emozioni.

Sandro Zendralli

Dipingere la pittura

Fino al 15 maggio 2016

Schola dei Tiraoro e Battioro, Campo San Stae, Venezia

Ingresso gratuito