The Walking Dead 6 – Finale di stagione

Negan, Lucille e la ricerca di un cattivo veramente cattivo

Aaron (Ross Marquand), Rick Grimes (Andrew Lincoln) and Sasha (Sonequa Martin-Green) in Episode 16 Photo by Gene Page/AMC

Pericolo Spoiler

Anche la sesta, prolifica, stagione se n’è andata. Gli episodi scorrono, ma The Walking Dead non molla. Se siete arrivati fino a questo punto, siete veri fan. La parabola modaiola degli Zombie ha iniziato il suo declino naturale (nonostante la recrudescenza di Fear the Walking Dead) e nessuno guarderebbe cadaveri decomposti e lunghe carrellate di campi incolti delle pianure americane solo per abitudine.

Rick Grimes (Andrew Lincoln), Sasha (Sonequa Martin-Green) and Abraham Ford (Michael Cudlitz) in Episode 16 Photo by Gene Page/AMC
Rick Grimes (Andrew Lincoln), Sasha (Sonequa Martin-Green) and Abraham Ford (Michael Cudlitz) in Episode 16
Photo by Gene Page/AMC

Ma se la formula di The Walking Dead non accenna a cambiare, così come i temi di fondo che la serie solleva, lo spostamento del baricentro sul fronte “pericoli da affrontare”, con la sesta stagione si è spostato definitivamente dai vaganti agli uomini. Vivi, vegeti e pronti a tutto. Anche piuttosto brutti, se vogliamo dirla tutta. E questo non sarebbe un problema se alle facce sporche e anonime non si sommasse anche una ricorrente mancanza di carisma degli antagonisti. Almeno fino al sedicesimo e ultimo episodio della sesta stagione.

Ampiamente annunciato in tutti i modi, luoghi e laghi, un temibile villain – che aspettavamo dai tempi del Governatore – e che avrebbe dovuto far dimenticare una lunga sequenza di “cattivelli” un po’ provinciali (Lupi compresi), è finalmente arrivato. Il suo nome è Negan, e la scena degli ultimi minuti del Finale della sesta Stagione di The Walking Dead è tutta sua.

the-walking-dead-6-6x16-negan

Jeffrey Dean Morgan ci prova, ci mette la faccia e il fisico. Negan è sadico, cattivissimo, e comanda a bacchetta non una banda, ma un esercito di reietti pronti a obbedire a ogni suo ordine. Ma né l’ingresso in scena né il monologo con cui si presenta sembrano restituire al personaggio la dimensione epica dell’antagonista per eccellenza. Lucille (la mazza da baseball farcita di filo spinato con cui si accompagna Negan) sembra cavarsela un po’ meglio e, negli ultimi secondi della serie, diventa la vera protagonista quando infierisce sulle membra impaurite di uno del gruppo di Alexandria. Chi sia, non è dato saperlo. Ma se non riuscite ad aspettare la settima stagione di The Walking Dead – in programmazione a ottobre sempre su Fox -, in rete trovate certamente lo spoiler che state cercando, mutuato dagli albi del fumetto di Robert Kirkman.

Rick Grimes (Andrew Lincoln) in Episode 16 Photo by Gene Page/AMC
Rick Grimes (Andrew Lincoln) in Episode 16
Photo by Gene Page/AMC

Se invece, dopo sei lunghe stagioni, avete metabolizzato l’orrore dei vaganti, digerito le mandrie di zombie e realizzato che il peggior nemico dell’uomo è l’uomo stesso (non la paura come sosteneva Roosevelt), allora forse è arrivato il momento di virare verso qualche altra serie, magari con qualche cartuccia ancora in canna. Con buona pace di Negan.