La magia di Venezia Jazz Festival risuona in città grazie alla decima edizione firmata da Veneto Jazz, con un lungo calendario di eventi. In programma dal 12 al 29 luglio, si conferma la punta di diamante della programmazione estiva, con progetti artistici pensati per luoghi senza tempo e di infinita risonanza. Un cartellone nato dalla collaborazione con le più importanti istituzioni culturali della città, dalla Fondazione Teatro La Fenice alla Collezione Peggy Guggenheim, da Palazzo Grassi-Punta della Dogana a T Fondaco dei Tedeschi, dal Conservatorio Benetto Marcello al Teatro Stabile del Veneto, oltre agli affascinanti, piccoli angoli della città, che Veneto Jazz ha trasformato in palcoscenici consolidati, come lo Splendid Venice Hotel o la Chiesa della Pietà.  Yann Tiersen, Omar Sosa, Stefano Bollani, la star del festival, accompagnate dalle voci più interessanti della scena internazionale. Un lungo viaggio nelle diverse anime del jazz e della musica etnica e contemporanea.
Il primo concerto vede in scena al Conservatorio Benedetto Marcello il pianista Manuel Magrini, con il suo progetto per piano solo “Unexpected” (12 luglio, ore 20), seguito dall’intima esibizione del chitarrista flamenco Juan Lorenzo nell’altana dello Splendid Venice Hotel (13 luglio, ore 20). L’inaugurazione ufficiale avverrà con un inedito “Live at Cannaregio”, dal tramonto una marching band su una delle fondamenta più popolari di Venezia, toccando i locali Laguna Libre, Al Parlamento, Ai Canottieri e Ai Tre Archi (14 luglio, ore 18.30). Giulia Mazzoni, astro nascente del piano solo, si esibisce al Conservatorio (17 luglio, ore 19.30). Il concerto del potente percussionista di Chicago Hamid Drake e dello straordinario vibrafonistaPasquale Mirra alle Sale Apollinee del Teatro La Fenice (18 luglio, ore 20) anticipa uno degli eventi più importanti del cartellone, l’esibizione al Teatro La Fenice in piano solo di Yann Tiersen, con EUSA, il suo viaggio in musica nell’isola bretone di Ousseant (19 luglio, ore 20).Harold Lopez Nussa, pianista cubano emozionante, rappresentante di un jazz energico e ricco di influenze, è il protagonista del concerto del Conservatorio Benedetto Marcello (20 luglio, ore 20), seguito dal trio della cantante Francesca Viaro, in Travelling Songs, sempre al Conservatorio (21 luglio, ore 20).
La piattaforma sull’acqua di Punta della Dogana è ancora una volta teatro di un imperdibile concerto al tramonto che vede protagonista la band della sassofonista Helga Plankensteiner, in un repertorio coinvolgente di dixieland, klezmer e chanson degli anni venti (22 luglio, ore 20); il magico giardino della Collezione Peggy Guggenheim ospita Park Stickney, singolare musicista newyorkese, virtuoso dell’arpa jazz (24 luglio, ore 21); le navate della Chiesa della Pietà accolgono Didier Laloy & Kathy Adam, originale e moderno duo di organetto e violoncello (26 luglio, ore 19).

La collaborazione con T Fondaco dei Tedeschi, consolidata da una rassegna di successo di musica e parole, continua nella stagione estiva con uno degli eventi più attesi del cartellone, il concerto (ad ingresso gratuito) all’Event Pavillon di Omar Sosa e Yilian Cañizares, il celebre pianista cubano e la cantante- violinista, anch’ella cubana, riuniti in un duo spettacolare, dal forte sapore latino (27 luglio, ore 21.30).

Al Teatro Goldoni, una vera e propria star della musica contemporanea, Stefano Bollani, in una delle rare esibizioni in piano solo (28 luglio, ore 21.30). Infine, sempre al Teatro Goldoni, una piccola perla, il celebre gruppo mongolo Huun-Huur-Tu, con il suo canto armonico, accompagnato da strumenti tradizionali. Una musica misteriosa e universale, che viene da lontano eppure così contemporanea (29 luglio, ore 21.30).

Laguna Libre, l’ecosteria della cultura in Fondamenta di Cannaregio, è il jazz club del festival, con diversi appuntamenti live in programma il 16 (GV Jazz Band), il 21 (Etno jazz tra Oriente ed Occidente), il 23 (Neochori – musica rebetika) e il 25 luglio (Alvise Seggi & Ensemble da mar).

Venezia Jazz Festival fa parte del ricco cartellone di Venice Met Fest, festival della Città Metropolitana di Venezia che interessa diverse città del territorio: dal concerto della formazione Molester sMiles, collettivo musicale guidato dal chitarrista Enrico Merlin, dedicato al periodo elettrico di Miles Davis (14 luglio, ore 21.15, Giardino del Palazzo Municipale, Fiesso d’Artico), al positivo esperimento di Jam Family, insegnanti e giovani allievi del Liceo musicale di Castelfranco Veneto riuniti sul palcoscenico di Villa Farsetti a Santa Maria di Sala (20 luglio, ore 21.30, in collaborazione con Ubi Jazz), fino all’ultimo, grande concerto di Villa Pisani a Stra del cantautore britannico Jack Savoretti (21 luglio, ore 21.30).

La formazione rimane il fiore all’occhiello di Veneto Jazz con l’organizzazione della 27^ edizione del Summer Jazz Workshop, uno dei workshop di didattica jazz più accreditati della scena europea, in programma a Chioggia dal 22 al 29 luglio. Realizzato in collaborazione con la New School for Jazz & Contemporary Music di New York, oltre alla qualificata offerta formativa che attira centinaia di studenti da ogni parte del mondo, propone concerti per il pubblico: la All Stars Band dei docenti (22 luglio, Piazza Vigo) e i saggi degli allievi nella formazione dei Combo (28 luglio, Campo Duomo) e della Big Band (29 luglio, Campo Duomo).