“BLADE RUNNER: THE FINAL CUT” di RIDLEY SCOTT

Il capolavoro definitivo

Fuori Concorso – Notte
Viene presentata alla 64ma Mostra del Cinema la versione definitiva di un classico della storia del Cinema.

Ancora una volta, a 25 anni dalla prima uscita, l’ispettore Rick Deckard attraversa una Los Angeles irriconoscibile e sfigurata dal progresso in cerca di replicanti, esatte copie di esseri umani se non fosse per la mancanza di una propria sfera emotiva. Sei di essi sono fuggiti e sono disposti a fare di tutto pur di allungare il poco tempo di vita rimastogli. E così, in un 2019 perennemente avvolto nella pioggia e nell’oscurità Deckard dovrà fare di tutto pur di fermare il delirio di onnipotenza dei cloni e capire allo stesso tempo se è possibile innamorarsi di una di loro.

Passate oramai più di due decadi, il mondo si avvicina sempre più a quello spaventoso 2019 dominato da uno strapotere tecnologico che sembra aver obnubilato ogni sorta di etica; ancor oggi il film mantiene intatto il suo valore cinematografico e profetico, e si impone come una pietra miliare della storia del cinema contemporaneo. Dopo un quarto di secolo, chiunque riconosce svariati meriti ad una pellicola che ha avuto un’importanza essenziale nella storia del Cinema, primo fra tutti la sperimentale commistione fra generi (in questo caso noir e fantascienza). Blade Runner ha anticipato di più di 10 anni un filone che ha poi preso piede nel cinema americano degli ultimi anni: si pensi solo a quanto gli sono debitrici pellicole come Minority Report o moltissime scenografie che mostrano un futuro cupo e apocalittico, dove è rimasto spazio solo per il cinismo e la morte sembra aver preso il sopravvento su tutto.

Ridley Scott ha lavorato sette anni sul restauro e ri-montaggio della pellicola, e sceglie questa come la versione definitiva, dopo l’originale del 1982 e il Director’s Cut del 2000. Rispetto alla seconda versione il Final Cut non sembra presentare differenze significative se non per qualche impercettibile variazione: rimangono le modifiche fondamentali quali l’eliminazione della voce over e il finale diverso, certamente meno poetico ma anche meno consolatorio dell’originale. Forse per affetto o forse no, rimane una certa nostalgia per la prima versione. Ma la pellicola vale per un restauro impeccabile che riporta il film ad qualità video spettacolare (grazie anche al passaggio in digitale): l’effetto sul grande schermo lascia tuttora a bocca aperta.

Blade Runner: The Final Cut
Titolo originale: Blade Runner: The Final Cut
Nazione: U.S.A.
Anno: 1982
Genere: Fantascienza, Drammatico
Durata: 118’
Regia: Ridley Scott
Cast: Harrison Ford, Rutger Hauer, Sean Young, Edward James Olmos, M. Emmet Walsh, Daryl Hannah, Joanna Cassidy
Produzione: Blade Runner Partnership / Ladd Company
Distribuzione: Warner Home Video
Data di uscita: 1 Settembre 2007 (Venezia)