“Be Kind Rewind – Gli acchiappafilm” di Michel Gondry

Creatività al potere

Fuori Concorso – Film di Chiusura
Jerry e Mike sono due amici d’infanzia che vivono in un piccolo paesino nel New Jersey; Jerry fa il meccanico e vive in una roulotte nel piazzale della sua officina. Mike lavora col signor Fletcher nella videoteca della cittadina, al piano terra di un fatiscente palazzo dove si dice abbia abitato in passato il grande pianista jazz Fats Waller.

Proprio nel periodo in cui il signor Fletcher è fuori città e ha lasciato per la prima volta la responsabilità del negozio a Mike, Jerry decide di organizzare un raid nei confronti dell’odiata centrale nucleare; abbandonato dall’amico, Jerry combina un pasticcio ed è vittima di un incidente che lo magnetizza. Così, il giorno dopo, entrando nel negozio di Mike, che noleggia solo VHS, Jerry smagnetizza tutte le videocassette. Disperati, i due amici si daranno da fare e, aiutati da qualche persona del quartiere, cominceranno a girare dei personalissimi e riassuntivi remake delle opere richieste dalla clientela. Il successo sempre maggiore dell’operazione convincerà il rientrante signor Fletcher che sono sulla strada giusta per salvare il palazzo dalla demolizione, ordinata a causa delle cattive condizioni strutturali. Purtroppo qualcosa non va come deve.

Il quarantacinquenne francese, nativo di Versailles, Michel Gondry torna alla Berlinale dopo aver presentato, nell’edizione del 2006, il suo precedente lavoro L’Arte del Sogno. Ritorna con una creazione su cui il Festival di Berlino ha costruito molte attese avendola scelta come film di chiusura. E Gondry non delude assolutamente le aspettative, dando vita a una pellicola completamente sua, a livello di stramberie visive e di gioia di far cinema, ma che comunque trova ancora una volta la forza e l’ispirazione per scovare nuove invenzioni sorprendenti e, soprattutto, funzionali alla riuscita del film e alla costruzione della particolare atmosfera che andrà a permearlo.

Come sempre, il regista di origini transalpine, autore dello splendido Se Mi Lasci Ti Cancello, si è ritrovato a lavorare negli U.S.A.; e in questo caso decide anche di fare un omaggio indiretto a un certo tipo di America, certamente estendibile poi a qualsiasi altra comunità, ma in primis dedicato a un particolare scorcio di Stati Uniti. Parliamo della piccola cittadina di provincia, in cui una comunità di persone vive aiutandosi l’un l’altra, nutrendosi delle stesse storie, delle medesime emozioni condivise e della possibilità di essersi utili vicendevolmente. In sostanza, sotto la strato di commedia, Gondry intende omaggiare, se non celebrare, questo tipo di costruzione sociale, di aggregato umano, uno dei pochi, forse, rimasto sano, sincero e trasparente nella sua semplicità. Per ricoprire, come un manto, questo discorso, si diceva, il regista ha scelto i toni di commedia che probabilmente più gli si addicono, ovvero una commedia slapstick e sgangherata, ma che dietro il suo apparentemente casuale caos nasconde un ordine, o per meglio dire una consapevolezza, davvero invidiabili. Ci pensa poi la straordinaria, nonchè inedita, coppia formata da Jack Black e Mos Def (Guida Galattica per Autostoppisti) a dare al film un motivo in più per essere visto e rivisto; i due insieme funzionano splendidamente nella parte di due babbei campagnoli belli e buoni, ma pieni di vita e di risorse. A fare loro compagnia due grandi vecchi come Danny Glover e Mia Farrow, più un divertente cammeo di Sigourney Weaver.

Titolo originale: Be Kind Rewind
Nazione: U.S.A.
Anno: 2008
Genere: Commedia
Durata: 98′
Regia: Michel Gondry
Sito ufficiale: www.bekindmovie.com
Sito italiano: www.bekindrewind.it
Cast: Jack Black, Danny Glover, Mos Def, Melonie Diaz, Mia Farrow, Chandler Parker, Arjay Smith, Quinton Aaron, Irv Gooch, Sigourney Weaver
Produzione: Partizan
Distribuzione: BIM Distribuzione
Data di uscita: 23 Maggio 2008 (cinema)