Blu-ray: “20 Sigarette”

Sulla mia pelle

La trama

Aureliano ha 28 anni e non riesce a trovare un lavoro stabile. Vorrebbe fare l’attore e quando un regista, Stefano Rolla, gli chiede di seguirlo in Iraq per collaborare alla realizzazione di un film, lui accetta senza esitare. La partenza all’improvviso e poi l’arrivo in un paese distrutto dalla guerra. 11 novembre 2003. Aureliano atterra in Iraq e raggiunge la base White Horse dove si sono stabilite le truppe di pace italiane. Il giorno successivo il ragazzo giunge presso la caserma di Nassirya insieme al regista e ad alcuni soldati. Dal momento del suo arrivo nel paese straniero è riuscito a fumare poche sigarette: non ha neanche finito un pacchetto quando scoppia l’attentato alla caserma. Aureliano viene gravemente ferito, ma riesce a mettersi in salvo. Viene portato all’ospedale americano della città e poi trasferito a Roma. Il giovane passerà un lungo periodo di degenza in ospedale. L’orrore vissuto lo ha cambiato radicalmente e spinto a raccontare la sua storia.

Il Film

Aureliano Amadei, unico sopravvissuto all’attentato di Nassirya in cui morirono 19 italiani, aveva già scritto nel 2005 il libro Venti sigarette a Nassirya in cui raccontava la propria drammatica esperienza.
Amadei non espone un oggettivo e scarno resoconto dei fatti, ma predilige un punto di vista soggettivo sull’accaduto. 20 Sigarette esprime lo sguardo di un io sul mondo e non riprende solo gli avvenimenti di quei tragici giorni. Il film traccia un iter personale: racconta la famiglia, gli amori, l’intimità e le difficoltà di un ragazzo qualunque precipitato in quell’inferno di proiettili e sangue che è la guerra.
20 Sigarette si sviluppa inizialmente come una commedia, «come a sottolineare che, spesso, i problemi che viviamo nel quotidiano ci sembrano enormi, fino a che non entriamo in contatto con problemi più seri». Dopo le prime scanzonate sequenze, lo spettatore rimane ancor più sconvolto dallo scoppio della strage: l’attacco alla caserma è girato interamente in soggettiva affinché l’esperienza sia presentata in modo coinvolgente e realistico.

Il Blu-ray

Cecchi Gori porta in alta definizione questo interessante film vincitore della sezione Controcampo Italiano alla Mostra del Cinema di Venezia. La pellicola è per sua natura, in particolar modo nelle scene irachene, ruvida e “sporca”, dunque non sorprende troppo la grana che in più di qualche occasione si nota sui fondali. La definizione si mantiene invece su buoni livelli per tutta la durata del film, con un ottimo dettaglio sui primi piani nelle assolate scene diurne. La traccia audio è proposta in un buonissimo DTS-HD Master Audio 5.1, ricca di dinamica, con frequenti interventi del sub e un coinvolgimento di tutti i diffusori. Tra i contenuti speciali troviamo un commento audio del regista, alcune scene tagliate, un backstage, trailer, storyboard e spot tv.

Scheda Tecnica
Video:
HD 1080 24p – 16/9 1,78
Audio:
ITALIANO DTS HD Master Audio 5.1 – SOTTOTITOLI ITALIANO NON UDENTI – INGLSE
Extra:
Commento audio del regista – Scene tagliate – Backstage – Storyboard – Trailer – Spot TV