CAMILLE PISSARRO

Impressioni incise

Il Brolo di Mogliano Veneto con le manifestazioni curate da Casimiro Di Crescenzo, si conferma sede espositiva di raffinate iniziative che sono destinate a lasciare un segno non soltanto in ambito locale.

E’, comunque, soprattutto a Giambattista Piranesi, nato a Mogliano nel 1720, che il Centro d’Arte e Cultura “Brolo” vuole rendere omaggio e ispirarsi avendo dato avvio a una serie di esposizioni rivolte a stabilire un rapporto privilegiato con la grafica, soprattutto contemporanea, e concentrando l’attenzione sui grandi autori francesi, così da aprirsi a una dimensione internazionale. E gli interlocutori che hanno consentito di stabilire utili relazioni per concretizzare tali eventi, sono di tutto rispetto: la Biblioteca Nazionale di Francia, il Gabinetto di Arti Grafiche del Museo d’Arte Moderna, il Centre George Pompidou di Parigi, il Museo d’Ixelles e i Musei di Pontoise sono infatti gli enti che, anche in questa occasione, hanno consentito di realizzare l’attuale esposizione dedicata all’opera incisoria di Camille Pissarro (1830-1903), rassegna che, per altro, assume connotazioni inedite in campo nazionale.

Dopo le mostre su Marc Chagall, Alberto Giacometti, Toulouse-Lautrec e Henri Matisse, questa è, quindi, la volta dell’impressionista Pissarro che sin dal 1863, quando era ancora sotto l’influenza di Corot e di Charles François Daubigny, si applicò all’arte incisoria tanto da meritarsi in seguito il titolo di “peintre-graveur” di cui andava fiero e orgoglioso. Le sue sono “impressioni incise”, appunto, come lo stesso autore le definì in una lettera indirizzata al figlio Lucien: a conferma di questa sua propensione si deve rilevare che l’artista spesso interveniva sugli stati di stampa della matrice incisa apportando delle variazioni che rompevano la monotonia della meccanicità della riproduzione, sostanzialmente consentendogli di rimanere fedele alla poetica impressionista che maggiormente caratterizzò la sua ricerca.

Sono oltre 90 le opere esposte, tra le più rappresentative dell’artista, arrivate a Mogliano grazie anche al sostegno all’iniziativa di Lionel Pissarro, pronipote dell’artista. Nel contesto degli impressionisti che, come si sa, non furono mai un movimento vero e proprio, all’interno del quale si possono riconoscere personalità diverse l’una dall’altra con risvolti di ricerca che quindi obbligano a distinzioni critiche adeguatamente differenziate per ciascun autore, la conoscenza dell’opera di Pissarro viene sicuramente più delineata e definita grazie proprio a questo ulteriore contributo. Tra gli impressionisti solo Edouard Manet, Edgar Degas e Mary Cassat si dedicarono all’arte incisoria con una certa assiduità. Ma, soprattutto con Degas, Pissarro riuscirà a stabilire dei rapporti di scambi produttivi nella realizzazione delle incisioni: entrambi prediligevano, infatti, l’acquaforte spesso rinforzata dalla puntasecca e dall’acquatinta. Entrambi furono, inoltre, interessati a condividere una certa sperimentazione che li condussero a nuovi risultati.

“Paesaggio con sottobosco all’Hermitage” è un’incisione che evidenzia il grado di virtuosismo raggiunto dal nostro. Si tratta della ripresa di un soggetto pittorico realizzato dall’artista nel 1878: nell’incisione Pissarro dimostra di poter raggiungere lo stesso effetto che tipicamente, allo stesso modo, caratterizza la sua pennellata. Gli stessi risultati si possono riscontrare anche in “Donna sulla strada”, in “Crepuscolo con covone”, stampata però da Degas, e in “Effetto di pioggia”: il “ductus” pittorico basato su una solida conoscenza del disegno tradiscono in termini sicuramente innovativi quel grande interesse che Pissarro aveva nei confronti della luce quale autentica protagonista della sua ricerca artistica.

CAMILLE PISSARRO. Impressioni incise
Mogliano Veneto (TV)
Brolo – Centro d’Arte e Cultura
www.brolo.org
tel.: 041 59 05 151 | fax.: 041 59 05 154
Orario: da martedì a giovedì 10.00-19.00
da venerdì a domenica 10.00-21.00;
chiuso il lunedì
Biglietto: intero € 5,00; ridotto € 3,00
Laboratori didattici a cura di ArteStoria – Conegliano-TV (artestoria@tiscali.it)
T. 348 59 66 824; F. 0438 45 17 18
Costo di € 60 a classe, più il biglietto ridotto.
Visite guidate: Gruppi di 20 persone, € 50,00
Più il biglietto ridotto
Prenotazione obbligatoria e gratuita
6 febbraio / 8 maggio 2005