COR VELENO OPEN ACT DEL “BUON SANGUE TOUR” DI JOVANOTTI

Venerdi 25 Novembre @ Filaforum - ASSAGO (MILANO)

L’hip hop italiano ha da tempo dei nuovi alfieri; da Milano e Roma passando per Bologna, Torino, il Salento e il nord-est, la musica in rima sta attraversando una nuova e appassionante stagione animata da diversi MCs, DJs e produttori che, senza rifare il verso ai blasonati rapper d’oltreoceano, stanno coltivando e facendo crescere la sana pianta della cultura hip hop nel nostro paese.

Tra questi i COR VELENO meritano un elogio sia per la loro attitudine di coerenza e rispetto sia per la loro proposta musicale che ha fatto appassionare centinaia di nuove leve dell’hip hop, catapultando il gruppo romano sul palco insieme a 50 Cent e Talib Kweli; un’attitudine che ha colpito una persona come Lorenzo Cherubini (a.k.a Jovanotti), che prima li ha voluti con lui per una jam in studio di registrazione (il cui risultato è la canzone “Cose Pericolose”, presente sull’ultimo album “Buon sangue”) e poi li ha invitati come open act del suo tour. E’ storia di questi giorni: Primo non dissimula la grande soddisfazione: “Siamo stati da sempre fans di Jovanotti, addirittura io e Grandi Numeri ci siamo conosciuti proprio fuori lo studio di un programma televisivo a cui aveva partecipato Lorenzo: a quei tempi rappresentava qualcosa che mi affascinava, rappresentava la musica che amavo..ora sono orgoglioso di poter esibirmi nel suo tour”.

La storia dei Cor Veleno inizia a Roma 15 anni fa, in pieno periodo Onda Rossa Posse, quando il rap nel nostro paese stava timidamente muovendo i primi passi. L’inizi degli anni ’90 sono tutta una jam per il gruppo romano, poi nel 1995 il progetto Cor Veleno prende forma: entrano nel giro di “Robba Coatta” (animato dal Piotta e Squarta) e nel 1997 incidono il loro primo pezzo: “21 Tyson”, ancora oggi una pietra miliare del loro repertorio e dell’intero hip hop nostrano. Nel 1999 esordiscono con l’album “Sotto Assedio”. A distanza di un anno il nuovo lavoro “Rock ‘n’ roll” conferma il flow dei Cor Veleno come uno dei più potenti d’Italia. L’Lp viene ristampato nel 2002 (AntibeMusic: www.antibemusic.it) e i Cor Veleno sono sulla bocca di tutti gli appassionati. Nel 2004 viene dato alle stampe “Heavy metal”, altra prova di carattere dei Corve, un prodotto ben confezionato anche grazie alla produzione affidata a Squarta, che entra in pianta stabile nel gruppo. A conferma della grandissima facilità compositiva del gruppo, alla fine del 2004 vede la luce “Bomboclat”, lavoro di Squarta &. Primo, un disco che è quasi un omaggio al rap di oggi!

E ora la tournée con Jovanotti, uno spazio di circa 30 minuti per farsi apprezzare da un pubblico diverso da quello dell’hip hop, mezzora di musica “compressa; abbiamo studiato una formula che prevede rime spaziare sui pezzi di tutti e 3 i nostri album, sarà un live aggressivo ma anche melodico: da coltello tra i denti”. E l’obiettivo, racconta Squarta, è “coinvolgere quanto più possibile un pubblico che con i Cor Veleno ha un po’ poco a che fare”.

Per informazioni: www.corveleno.com
Management: www.metatrongroup.com