CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI MUSEI E DEI SERVIZI CULTURALI

Nuovo corso al MuSeC di Ferrara

Si avvicina la scadenza del bando per le iscrizioni al MuSeC – Corso di Perfezionamento in Economia e Management dei Musei e dei Servizi Culturali, prevista per il 15 febbraio. Il MuSeC, che è stato uno dei primi corsi post-laurea sull’economia e il management della cultura in Italia, è giunto ormai alla sua settima edizione.
Organizzato dall’Università di Ferrara (Facoltà di Economia, Architettura, Lettere e Scienze) in collaborazione con l’ANMLI (Associazione Nazionale Musei Locali ed Istituzionali), in questi anni il MuSeC ha ottenuto diversi riconoscimenti nazionali, quali il IX premio “Venezia alla Comunicazione” durante il X Salone dei Beni Culturali di Venezia nel 2006 ed alcune citazioni su “Il Sole 24 Ore” quale corso post-laurea fra i più qualificati nel campo della gestione dei beni culturali. Negli ultimi quattro anni, inoltre il corso ha avviato un processo di internazionalizzazione che ha visto e vedrà la presenza di docenti provenienti da Università ed istituzioni culturali di Stati Uniti, Australia, Giappone, Francia e Germania. Da due anni, inoltre il MuSeC è membro del network europeo ENCATC (European Network of Cultural Administration Training Centers).

Finalità e obiettivi del corso
Il corso si propone di fornire conoscenze e competenze rivolte allo sviluppo e al miglioramento delle attività e dei servizi culturali, adottando metodologie didattiche innovative, e con una forte prospettiva internazionale. Intende offrire competenze utili alla pianificazione, programmazione e gestione di istituzioni e organizzazioni che operano nel campo dei beni culturali. Il corso si rivolge a professionisti già inseriti nell’ambito di musei, di enti pubblici e privati e di organizzazioni, profit e no-profit, di natura culturale. È aperto inoltre a giovani laureati, che intendono perfezionarsi nel campo dell’organizzazione e gestione dei musei, dei servizi e dei beni culturali, con una visione complessiva dei problemi e una conoscenza adeguata delle esperienze e dei progetti innovativi, anche con un respiro di carattere internazionale.

Metodologia didattica
I percorsi formativi vengono proposti con una forte attenzione alle metodologie di trasferimento delle conoscenze e alle attività di sperimentazione. L’approccio organizzativo intreccia dunque formazione e attività operativa (project work, case studies, ecc.).
Grazie alle esperienze maturabili (sviluppo di project work e svolgimento di tirocini), i partecipanti hanno la possibilità di accostarsi ad istituzioni culturali selezionate. In particolare, a quelle facenti parte dell’ANMLI (Associazione Nazionale Musei Locali ed Istituzionali) per quanto riguarda la realtà nazionale, e a quelle legate ad International Arts and Artists (USA) e al Deutsches Museum (Germania) per la realtà internazionale. Percorsi e condizioni particolari sono previsti per chi lavora.

Attività formative
Gli ambiti tematici che saranno affrontati riguardano: Economia della cultura, dello sviluppo e sistemi di finanziamento, Strategie aziendali e sistemi di management, Contabilità e bilancio, Sistemi di misurazione delle performance e scelte organizzative, Forme giuridiche e implicazioni gestionali, Museologia, museografia e museo tecnica, Parchi, musei naturalistici e museografia scientifica, Progettazione e gestione dell’attività museale ed espositiva, Architetture museali, strategie di sviluppo e riqualificazione urbana, Nuove tecnologie per la comunicazione e la documentazione, Confronto con sistemi istituzionali e normativi stranieri nel settore culturale.

Collaborazioni istituzionali
Il corso ha rapporti di natura consolidata con molteplici istituzioni culturali, del settore pubblico, privato e no-profit. Fra queste, rapporti privilegiati si hanno con:
 musei associati all’ANMLI e aderenti alla Conferenza Permanente delle Associazioni Museali Italiane – ICOM Italia, fra i quali: Musei Capitolini di Roma, Museo di Castelvecchio di Verona, Centro Mostre di Palazzo Zabarella (Padova) Pinacoteca Provinciale di Bari, Associazione Museo dei Ragazzi (Firenze), Galleria Comunale di Cagliari, Musei Castello Sforzesco di Milano, Galleria d’Arte Moderna di Palermo, Accademia dei Concordi di Rovigo, Pinacoteca Stuard di Parma, Museo degli Innocenti di Firenze, Castello del Buonconsiglio di Trento, Musei Civici di Padova, Musei Civici di Rimini, Biennale di Venezia, Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, Museo delle Ceramiche di Faenza, Opera Primaziale Pisana, Museion di Bolzano, Sistema museale di Ateneo di Bologna
 enti e istituzioni di rilievo nazionale e locale, fra cui Istituto Beni Culturali Emilia Romagna, Servizi Cultura delle Regioni Lombardia, Veneto, Marche e Toscana, Soprintendenza Beni Storico Artistici di Bologna, Provincia e Comune di Ferrara, Istituzione Castello di Ferrara, Pinacoteca Nazionale, Sistema Museale di Ateneo e Museo di Storia Naturale di Ferrara, Comune di Comacchio, Museo Remo Brindisi, Musei Civici di Argenta, Musei Civici Cento
 istituzioni accademiche e culturali internazionali, fra cui Università di Sydney (Australia), Università Chuo di Tokyo (Giappone), Università di Novi Sad (Serbia), Università Catholique de l’Ouest Angers (Francia), Mission Val de Loire (Francia), Deutsches Museum (Germania).

Tirocini
Il MuSeC prevede la possibilità di effettuare periodi di tirocinio presso istituzioni culturali selezionate che hanno dato la loro disponibilità ad accogliere al loro interno i partecipanti al corso, durante il periodo del percorso formativo. È possibile prendere visione e consultare l’elenco aggiornato dei tirocini già disponibili sul sito www.unife.it/corsoperfezionamento/musec

Titolo richiesto: Laurea specialistica o laurea “ante riforma” in Lettere, Storia, Conservazione dei Beni culturali, Economia, Architettura, Scienze, Giurisprudenza, Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e materie affini. Potranno essere ammessi candidati in possesso di titoli afferenti a discipline diverse a giudizio della commissione esaminatrice. L’elenco di tutte le lauree specialistiche ammesse al corso è disponibile sul sito www.unife.it/corsoperfezionamento/musec alla sezione “Informazioni”.

Domanda e contributo di iscrizione
Copia del bando è scaricabile dai siti: www.unife.it/corsoperfezionamento/musec e www.unife.it/formazione-postlaurea. L’iscrizione al corso comporta il pagamento di un contributo di € 2.400.
Direzione del corso
Prof. Fabio Donato – Facoltà di Economia, Università di Ferrara.
Dott.ssa Anna Maria Visser – Past President ANMLI e direttivo ICOM Italia.

Informazioni
www.unife.it/corsoperfezionamento/musec
Informazioni sulla domanda di iscrizione:
Ufficio Post-laurea, altaformazione@unife.it
Informazioni su aspetti didattici ed organizzativi: dott.ssa Enrica Gilli e dott.
Francesco Badia
Tel.: 0532 455089, 0532 455097, Fax: 0532 245761
email: musec@unife.it; enrica.gilli@unife.it