“Coriolanus” di Ralph Fiennes

Un cast stellare per la moderna messa in scena di un classico: Coriolano, composto nel 1603 da William Shakespeare

Berlinale 61. Concorso
Vanessa Redgrave è severa e stupenda nel ruolo di Volumnia, Jessica Chastain è la sottomessa moglie del protagonista, Gerad Butler, il fascinoso Leonida di 300 è ancora una volta eroe ribelle nei panni di Tullo Aufidio, capitano del popolo dei Volsci, fieri avversari di Roma. Infine Ralph Fiennes, colto e intelligente attore inglese, interpreta il discusso personaggio di Coriolano, ed è contemporaneamente anche al suo debutto alla regia.

Una regia che ha lasciato molti soddisfatti ma alcuni perplessi. Il testo del Bardo inglese è rispettato nei dettagli linguistici (a qualcuno suona strano l’arcaico “thou” invece del moderno “you”) e persino in talune ben precise indicazioni per la messa in scena, che aveva dato il poeta stesso, per questa come per molte altre sue opere. Rispettate sì, seppur con ampie libertà interpretative. Il film infatti è girato con carri armati, armi moderne e ogni sorta di apparecchio usato oggi dai “media”, (la “locale”emittente “Fildelis tv” è, per esempio, una bella trovata, non c’è che dire).

Le scene sono girate in Serbia e Montenegro, “Paesi dove la guerra civile è stata fino a ieri tragica realtà, proprio come in quella Roma repubblicana che Shakesperare raffigura immaginando però, come sempre nelle sue opere storiche, la realtà del suo tempo”, sottolinea il regista. Dunque un richiamo filologicamente corretto, e direi opportuno, che si bilancia con il richiamo all’imperialismo dei romani, così simile all’imperialismo di uno dei più potenti Stati di oggi, e alla sua strapotenza bellica. Qualche critico qui a Berlino ha già ribattezzato il film “Full Metal Shakespeare” e l’ironia non nasconde una certa ammirazione. C’è pure qualche stonatura, come le scritte sui muri in latino miste con quelle in improbabile inglese, ma non sono peccati da matita rossa.

Un convincente conferma per tutto il cast incluso Fiennes, che con Coriolano si era già cimentato dieci anni fa a teatro, di nuovo nella parte di un personaggio controverso e “cattivo” (chi non lo ricorda nei panni di Amon Göth, in Schindler’s List?), come pure per il più scanzonato Butler, che sembra tagliato apposta per la parte di “bello e dannato”. Anche nella veste di regista Fiennes dimostra intelligenza.

REGIA: Ralph Fiennes
SCENEGGIATURA: John Logan
ATTORI: Ralph Fiennes, Gerard Butler, Vanessa Redgrave, Brian Cox, Jessica Chastain
Ruoli ed Interpreti
FOTOGRAFIA: Barry Ackroyd
MONTAGGIO: Nicolas Gaster
PRODUZIONE: Artemis Films, Hermetof Pictures, Magnolia Mae Films
PAESE: Gran Bretagna 2010
GENERE: Drammatico
FORMATO: Colore
Soggetto:
Dal “Coriolano” di William Shakespeare