DA SODOMA A HOLLYWOOD

Dal 17 al 25 aprile 2008 torna a Torino la ventitreesima edizione del Festival di Cinema che anno dopo anno è diventato una delle principali finestre e occasioni di dialogo per e tra la comunità glbt e il grande pubblico.

Duecentosettanta film, ventuno sezioni per un “festival necessario”. Parola di Giovanni Minerba, fondatore con lo scomparso Ottavio Mai, nel 1986, di questa rassegna che esplora e costruisce l’immaginario queer.

Il programma dell’edizione 2008 spazia dai Concorsi Internazionali alle sezioni non competitive con la più recente e interessante produzione in pellicola e in video. E ancora omaggi, retrospettive, uno sguardo ai Classici & Moderni…

Tra gli omaggi: a vent’anni dalla morte di Divine, icona del camp, scomparsa prematuramente a soli 43 anni nel 1988 – e già omaggiata indirettamente con i film di John Waters nel 2005 – il festival la ricorda con la bella immagine di Francesco Vezzoli utilizzata per il poster ufficiale del festival e con la proiezione del film di Paul Bartel, Lust in the Dust del 1985.

Non mancherà di attirare cinefili convinti la retrospettiva j-ender:big bang love in Japan, immersione nell’impero dei sensi che ripercorre lungo le trame del genere e dei generi, la storia del cinema giapponese dagli anni Sessanta a oggi e di riflesso sulla cultura del Sol Levante.

Questo è solo un assaggio: il programma completo si trova sul [sito-> http://tglff.com/2008/index.htm] del Festival; chi sbarca a Torino per godersi qualcuno dei film “che cambiano la vita” non scordi di chiedere, all’Ambrosio Cinecafé che ospita le proiezioni dei film, uno dei caffè, dei gelati o uno dei quattro tipi di birra appositamente creati per il festival.

DA SODOMA A HOLLYWOOD
I film che cambiano la vita
Torino – Cinema Ambrosio Cinecafè – Corso Vittorio Emanuele 52
sito Internet: http://tglff.com/2008/index.htm