“DIECI INVERNI” di VALERIO MIELI

Una storia d'amore in dieci capitoli

Controcampo Italiano
Venezia, novembre 1999. Camilla e Silvestro si conoscono su un vaporetto. Fin da subito è evidente la reciproca attrazione, forse l’amore, che però avrà bisogno di dieci anni prima di trovare il coraggio di esprimersi in tutta la sua forza. I “Dieci inverni” del titolo scandiscono le tappe della commedia sentimentale esordio alla regia di Valerio Mieli.

Un saggio di fine corso che diventa un film che potrebbe diventare un successo di pubblico. Dieci Inverni dell’esordiente Valerio Mieli, coautore anche della sceneggiatura, ha gli ingredienti giusti per una storia di amore embedded, si potrebbe dire rubando la parola al mondo internet. Un amore che c’è, pronto ad esprimersi, ma che sembra non trovare mai il tempo e il luogo giusto per farlo.

Ci sono i colpi di fulmine, ci sono gli amori che sbocciano lentamente. Camilla (Isabella Ragonese) e Silvestro (Michele Riondino) si conoscono a Venezia, a bordo di un vaporetto che fende la bruma della laguna. I due si parlano, si osservano a distanza. Silvestro deciderà di seguire Camilla una volta scesa dal vaporetto. L’attrazione tra i due è evidente, ma resta inespressa. E tale rimane per dieci anni, scanditi da altrettanti momenti, fotografati nei suggestivi inverni veneziani con qualche digressione in Russia.

Camilla e Silvestro si inseguono si parlano, sono coinquilini e amici, litigano, hanno relazioni più o meno durature con altre persone, si ritrovano. Il filo conduttore è quello delle parole non dette, elemento che resta immutato nei dieci capitoli invernali che segnano come tacche, anno dopo anno, un rapporto che si trasforma e cresce, diventando nel tempo maturo e profondo. Fino all’happy end un tantino prevedibile e scontato, voluto dal regista per non rischiare una soluzione “cattiva”. Sentimentale e romantico fino in fondo. O forse semplicemente autobiografico?

Supportato da un cast tecnico per buona parte proveniente dal Centro Sperimentale di Cinematografia, Dieci inverni è una onesta e delicata commedia sentimentale, che strizza l’occhio, con le dovute differenze, ad alcuni classici del genere, come Harry ti presento Sally e Insonnia d’Amore.

Eccesso di indugi nella seconda parte, meno intensa della fase iniziale di definizione dei personaggi e del loro rapporto. Molto belle le ambientazioni veneziane, che rifuggono dagli stereotipi da spot turistico per offrire un lato suggestivo e tuttavia originale della città. Lungo cameo musicale di Vinicio Capossela, stravagante invitato ad un matrimonio in una dacia russa.

Uscita prevista nelle sale nei primi mesi del 2010.

Dieci inverni
Titolo originale: Dieci inverni
Nazione: Italia, Russia
Anno: 2009
Genere: Commedia
Durata: 99′
Regia: Valerio Mieli
Cast: Luca Avagliano, Glen Blackhall, Francesca Cuttica, Isabella Ragonese, Michele Riondino, Liuba Zaizeva, Sergei Zhigunov
Produzione: Centro Sperimentale di Cinematografia Production, Rai Cinema, United Film Company
Data di uscita: Venezia 2009