“Did Neorealism start in church? Catholicism, cinema and the case of Mario Soldati’s Chi è Dio?”


Un saggio di Daniela Treeveri Gennari e Marco Vanelli su “New Review of Film and Television Studies"

E’ uscito nel numero di giugno 2010 di “New Review of Film and Television Studies” edita dall’Oxford Brookes University il saggio “Did Neorealism start in church? Catholicism, cinema and the case of Mario Soldati’s Chi è Dio?”, i cui estensori sono Daniela Treveri Gennari(Film Studies , Department of Arts, Oxford Brookes University, Oxford) e Marco Vanelli, direttore della rivista Ciemme edita dal Cinit Cineforum Italiano.

Il saggio che può essere letto per intero sul sito www.cinit.it porta, per la prima volta, all’attenzione di una platea internazionale di studiosi il tema della nascita del Neorealismo in Italia e della stretta collaborazione che lega , in questo periodo della storia del cinema italiano, intellettuali di sinistra, registi e la Chiesa Cattolica. Molti film , spesso semplicemente classificati come neorealisti e letti come frutto di una ideologia di sinistra, si sono rivelati, ad una più attenta indagine, il prodotto della collaborazione fra uomini di cinema appartenenti a diverse sponde ideologiche.

Il cortometraggio di Mario Soldati, restaurato a cura del Cinit nel 2004, viene analizzato nelle diverse fasi che hanno portato alla sua realizzazione come dimostrazione che l’origine del Neorealismo in Italia non può essere compresa che nello spirito delle grandi intese che hanno portato nel dopoguerra alla nascita della Repubblica Italiana e all’approvazione della sua costituzione. Queste tematiche hanno formato oggetto di accurata analisi in diversi saggi comparsi negli anni scorsi nella rivista Ciemme. Chi fosse interessato ad approfondirle può contattare l’email info@cinit.it.