“ENRICO IV” di Luigi Pirandello

Un carico di emozioni nei monologhi dell'Imperatore

Enrico IV è in realtà un uomo senza nome che cadde da cavallo mentre, a una “teatrale” battuta di caccia, impersonava l’imperatore.

Al risveglio, e per anni, si crederà realmente l’imperatore. Recuperata la memoria, per non affrontare la dolorosa realtà di una vita di solitudine, continuerà a fingere impersonando un ruolo. Vent’anni dopo, alcuni dei partecipanti di quell’evento lo vanno a trovare, risvegliandone il dolore e causando un inevitabile scontro.

Il testo originale di Pirandello, considerato uno dei suoi capolavori, fu scritto nel 1921, nella fase metateatrale dell’autore siciliano, e rappresentato per la prima volta al Teatro Manzoni di Milano nel 1922. Un’ampia riflessione sul tema della pazzia, uno studio sull’inestricabile rapporto tra verità e finzione, e una manifestazione di eccesso di sensibilità di fronte al cinismo del mondo, perfettamente rappresentati da una storia di teatro nel teatro.

Pirandello scrive nella volontà di far recitare il rigoroso e celebre Ruggero Ruggeri, un’eredità impegnativa raccolta con classe da Ugo Pagliai, che regala un’infinita gamma di emozioni nei monologhi-fiume che spostano così spesso il punto di vista tra follia e saggezza che non è semplice schierarsi con “la verità”.

Un cast numeroso, attori che si sfidano a capacità vocale, una buona prova di Paola Gassman, e Pagliai come motore emozionale dello spettacolo, rendono la coproduzione Teatro Stabile di Verona/Teatro Stabile del Veneto “Enrico IV”, per la regia di Paolo Valerio, uno spettacolo da vedere per gli amanti del teatro tradizionale.

Fondazione Atlantide Teatro Stabile di Verona GAT
Enrico IV di Luigi Pirandello
regia: Paolo Valerio – scene: Graziano Gregori – costumi: Carla Teti – musiche: Antonio Di Pofi

Con Ugo Pagliai Enrico IV – Paola Gassman Matilde Spina, la marchesa – Roberto Petruzzelli Dionisio Genoni, il dottore – Alessandro Vantini Tito Belcredi, il barone – Teodoro Giuliani Giovanni, il maggiordomo – Roberto Vandelli Landolfo, consigliere – Giuseppe Lanino Carlo di Nolli, marchese – Beatrice Zardini Frida, figlia di Matilde – Andrea De Manincor Bertoldo, consigliere – Francesco Godina Ordulfo, consigliere – Francesco Mei Arialdo, consigliere
www.teatrostabileveneto.it