“Effetti collaterali” di Steven Soderbergh

Niente è come sembra

Effetti Collaterali è l’ultima fatica di Steven Soderbergh, Palma d’oro nel 1989 per Sesso, bugie e videotape, Oscar nel 2001 per Traffic e candidatura nello stesso anno per Erin Brockovich (che valse poi l’Oscar alla Roberts come migliore attrice protagonista), nonché autore della trilogia Ocean’s e dei due film su Guevara con Benicio Del Toro; la sceneggiatura di quest’ultima pellicola è stata curata da Scott Z. Burns con cui Soderbergh aveva già collaborato nel 2011 per Contagion.

Side Effects è un thriller la cui storia si snoda nel campo della psicoanalisi e degli interessi economici che ruotano attorno all’uso, sempre più crescente negli Stati Uniti, di antidepressivi ed ansiolitici per curare i disagi della psiche umana: il regista punta il dito non tanto contro l’uso dei farmaci stessi, quanto sul loro abuso e sui comportamenti anomali che in alcuni soggetti tali sostanze determinano.

Il film racconta la storia di una ricca e giovane coppia newyorkese, Martin (Channing Tatum, con fattezze ancora da spogliarellista di Magic Mike) ed Emily (una molto convincente Rooney Mara, Millennium – Uomini che odiano le donne); lui è un accreditato operatore di borsa e conduce assieme alla moglie una vita di successo, pervasa da tutti quegli agi che tanti soldi possono concedere: posseggono una bella villa, una barca a vela, un parco macchine e sono circondati da tanti amici compiacenti. Ma un bel giorno tutto il loro bel mondo finisce in frantumi perché Martin viene accusato di insider trading e finisce in carcere.

L’arresto del marito ha su Emily conseguenze devastanti: la depressione nella quale sprofonda la porterà a rivolgersi ad una psichiatra, la dottoressa Victoria Siebert (interpretata da una insolita Catherine Zeta-Jones); ma quando, dopo quattro anni, Martin viene liberato, le condizioni della giovane paziente sembrano paradossalmente peggiorare, sino ad un tentativo fallito di suicidio. Per evitare il ricovero coatto in ospedale come conseguenza del suo gesto, Emily acconsente a seguire un regime di terapia psicoanalitica ed antidepressivi con il dottor Banks (impersonato da un sempre bravo e camaleontico Jude Law). Dietro suggerimento della dottoressa Victoria Siebert, Banks prescriverà ad Emily un nuovo psicofarmaco che, almeno inizialmente, darà buoni risultati; sino a quando non compariranno degli strani “effetti collaterali” di sonnambulismo, le cui conseguenze trascineranno verso il baratro il “comprensivo” dottor Banks, reo di aver trasformato la sua paziente in una vittima della biologia, non avendo acconsentito a curarla tradizionalmente in una struttura ospedaliera adeguata.

Il film, incentrato prevalentemente sulle fragilità umane dei suoi personaggi che tuttavia celano insospettate ambiguità di vario genere, è un thriller dal ritmo serrato, bene architettato, grazie anche ad un’impostazione molto tradizionale che sotto certi aspetti ricorda i vecchi classici del cinema giallo.
Il secondo tempo risulta più avvincente del primo, con svariati colpi di scena non del tutto prevedibili a cui si può giungere seguendo varie direttrici; buone le interpretazioni di Rooney Mara e Jude Law, che danno ai loro personaggi uno spessore che arricchisce il film nelle parti meno brillanti. Sicuramente, con questo film, Steven Soderbergh porta a galla una certa mentalità dilagante negli Stati Uniti, in cui la grandi casa farmaceutiche attraverso i mezzi di comunicazione insinuano nella mente umana che una sola pillola possa cambiare la vita, con slogan tipo “il depresso è chi non vede un futuro: riprenditi la tua vita”, realizzando così un thriller in cui il sottofondo realistico rappresenta uno specchio del mondo contemporaneo.

Titolo originale: Side Effects
Nazione: U.S.A.
Anno: 2013
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 108′
Regia: Steven Soderbergh

Cast: Channing Tatum, Jude Law, Rooney Mara, Catherine Zeta-Jones, Vinessa Shaw, Mamie Gummer, David Costabile, Greg Paul, Andrea Bogart, Kerry O’Malley
Produzione: 1984 Private Defense Contractors, Di Bonaventura Pictures, Endgame Entertainment
Distribuzione: M2 Pictures
Data di uscita: Berlino 2013
01 Maggio 2013 (cinema)